Almawave, la parola al centro della tecnologia

Almawave, azienda leader nell’intelligenza artificiale mette la parola al centro della sua visione tecnologica. La pandemia ci ha fatto capire quanto il digitale sia centrale nelle nostre vite: abbiamo fatto grandi passi avanti da cui non torneremo più indietro. Nel primo Report di Sostenibilità, Almawave condivide la sua visione del futuro

Almawave
via depositphotos.com

Almawave, azienda attiva nel settore dell’intelligenza artificiale, supporta l’evoluzione digitale delle aziende e delle pubbliche amministrazioni con una forte visione internazionale: sei sedi in Italia, due in Brasile e una negli Stati Uniti.

La tecnologia al servizio delle persone

Incredibile a dirsi, ma al centro della visione tecnologica di Almawave c’è la parola, uno strumento che più umano non si può. Da lì si diramano nuovi modelli di interazione con i sistemi aziendali per incrementare l’automazione dei processi di business usando le informazioni estratte da testo e voce. L’obiettivo di Almawave è mettere la tecnologia al servizio delle persone per renderla più democratica e inclusiva.

Il Natural Language Processing, ad esempio, riguarda il trattamento informatico della comunicazione verbale combinando informatica, psicologia e linguistica; grazie al Machine Learning è la macchina che, grazie a modelli costantemente aggiornati, impara per semplificare il lavoro umano; Conversational platform consente la gestione automatizzata di una pluralità di canali; Automatic Speech Recognition è una tecnologia che applica l’intelligenza artificiale alla voce che facilita l’interazione uomo-macchina; Machine Translation e Spoken Language Translation sono in sostanza due applicazioni per la traduzione in più lingue di testi scritti o parlati.

Con la pandemia abbiamo scoperto la centralità del digitale

Spiega Valeria Sandei, amministratore delegato di Almawave: «Il 2020 ha rappresentato un anno di gestione straordinaria per il Paese e per la nostra società. L’impatto del Covid-19, e delle misure necessarie a contrastarlo, hanno affermato la centralità del digitale quale strumento per supportare l’essere umano nel prendere decisioni più accurate e ad alto impatto sociale, ambientale ed economico.

La pandemia ha guidato Almawave verso una riflessione ancora più profonda sul modo con cui l’azienda possa contribuire a far fronte ai bisogni sociali di clienti e collettività con soluzioni digitali che portino inclusione, maggior trasparenza e accessibilità, trovando piena sintonia con il proprio percorso di sviluppo».

Il primo Report di Sostenibilità

Almawave conosce bene anche il significato della parola sostenibilità finanziaria, ambientale, sociale ed etica. Ha appena approvato il suo primo Report di Sostenibilità in cui vuole condividere la sua visione del futuro e l’impegno a sostenere imprese e pubbliche amministrazioni in un processo di transizione digitale sostenibile.

Il Report, redatto secondo gli standard GRI (Global Reporting Initiative), diventerà una rendicontazione annuale sulle performance non finanziarie di Almawave. Quattro le aree in esame: governance, impatti ambientali, impatti sociali e trasformazione digitale etica.

Essere parte del Gruppo Almaviva è un valore aggiunto perché «ci consente di mettere in pratica azioni concrete e all’avanguardia, rappresentate sia dalle molteplici certificazioni di cui disponiamo sia alla riduzione dei consumi energetici e dell’impatto ambientale fino all’attenzione alla leadership femminile e all’inclusione», conclude Sandei.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui