Nasce Renewability, prima comunità di energia rinnovabile per le aziende italiane

La community permetterà alle aziende che ne fanno parte di fronteggiare l’aumento dei costi dell’energia e consentirà di raggiungere più facilmente gli obiettivi fissati dal Green Deal europeo

Renewability
Photo by Nuno Marques on Unsplash

Nasce oggi Renewability, la prima Community di Consumatori di energia rinnovabile. Aziende aggregate in una Società Consortile il cui obiettivo è investire nella costruzione di impianti di generazione da fonte rinnovabile e fornire l’energia elettrica prodotta dagli impianti stessi a ciascun Socio membro.

Le aziende che finora hanno aderito al progetto sono tre eccellenze industriali italiane: in particolare, AFV Acciaierie Beltrame S.p.A., primario gruppo siderurgico leader europeo nel mercato del laminato mercantile, Altair Chimica S.p.A., leader nella produzione e commercializzazione di prodotti per l’industria della chimica inorganica, e una primaria società del settore chimico-farmaceutico.

leggi anche Rilancio industriale: firmato decreto aiuti per imprese che riducono energia e CO2

Oltre a contribuire alla crescita delle rinnovabili nel nostro paese, il modello Renewability permette alle aziende di far fronte all’aumento dei costi dell’energia dovuto alle instabilità geopolitiche internazionali. I Soci membri della Community, infatti, hanno sposato un progetto che consente di svincolarsi dai prezzi del mercato dell’energia. Sostenendo i soli costi industriali dell’iniziativa beneficiano così di un costo dell’energia rinnovabile complessivamente inferiore a 60 Euro/MWh per tutta la vita utile degli impianti.

Renewability consente alle aziende di accedere direttamente al mercato delle rinnovabili senza dover essere “esperti” della materia: tutte le attività, dallo scouting e sviluppo dei progetti, al dispacciamento degli impianti, fino alla gestione operativa di tutti i flussi di energia verso i Soci Membri, sono svolte da Renewability attraverso il supporto del suo partner tecnico EPQ.

Il primo lotto di impianti fotovoltaici da 24 MW è stato realizzato da Marseglia Amaranto Green S.r.l., la quale curerà anche le attività di manutenzione degli impianti per tutta la loro vita utile.

leggi anche Modello unico semplificato per fotovoltaico fino a 200 kW, ora in vigore

“Questo progetto è un tassello importante del piano di decarbonizzazione del nostro Gruppo – dichiara l’Ing. Gianmaria Zanni, Group Energy Manager del Gruppo Beltrame – Nell’attuale contesto di crisi energetica ci consente inoltre di stabilizzare i nostri costi energetici nel lungo periodo svincolandoci dai prezzi di mercato dell’energia”.

“L’impronta green è decisiva nel nostro piano di sviluppo” – dichiara l’Ing. Roberto Vagheggi, Amministratore Delegato di Altair Chimica – La partecipazione a Renewability ci consente da un lato di prendere parte al processo di crescita delle rinnovabili in Italia e dall’altro di accrescere la nostra indipendenza energetica”.

I soci fondatori di Renewability S.c.a.r.l. sono EPQ S.r.l. e Dolomiti Energia Trading S.p.A. I partner legali e fiscali di Renewability S.c.a.r.l. sono Parola Angelini Studio Legale e Andpartners Tax and Law Firm.

Articolo precedenteRiciclo del calcestruzzo, Enel premia le nuove idee sostenibili
Articolo successivoTre sfumature di greenwashing: come cambia la comunicazione dei grandi inquinatori?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui