Whirlpool apre un centro per il ricondizionamento dei propri elettrodomestici

Secondo una ricerca YouTrend per Whirlpool Corporation l’82% dei consumatori italiani che hanno acquistato dispositivi ricondizionati ne consiglierebbe l’acquisto

Whirlpool

Quando si parla di usato generalmente ci si riferisce al mercato dell’automotive o agli oggetti venduti dai sempre più presenti mercatini: libri, vestiti, pezzi da collezione, ma gli italiani non si limitano all’acquisto di questi prodotti. Questo è quanto emerge dalla ricerca di YouTrend commissionata da Whirlpool Corporation con lo scopo di fare chiarezza sulle abitudini e le opinioni degli italiani rispetto agli elettrodomestici o altri apparecchi ricondizionati.

leggi anche Cosa si devono aspettare i consumatori europei dal diritto alla riparazione?

L’82% dei consumatori italiani che hanno acquistato dispositivi ricondizionati ne consiglierebbe l’acquisto in quanto si conferma essere una scelta sostenibile.

Scegliendo un prodotto ricondizionato i consumatori,  oltre a risparmiare, contribuiscono alla salvaguardia dell’ambiente in termini di diminuzione delle emissioni di CO2 e di rifiuti generati da smaltire. L’acquisto di usato e ricondizionato sono quindi alla base di un’economia circolare sostenibile e il 15% degli intervistati associa i temi di riparazione e riuso alla sostenibilità ambientale.

E’ in questo contesto che Whirlpool apre un centro per il ricondizionamento dei propri elettrodomestici e, dopo un attento processo di riparazione e controllo qualità, li reimmette sul mercato per la vendita. Il centro di ricondizionamento dei prodotti Whirlpool ha sede a Carinaro (CE), all’interno del polo logistico di ricambi e accessori Whirlpool EMEA.

“La sostenibilità è al centro della nostra cultura e, in Whirlpool, ci impegniamo quotidianamente a guidare il settore verso pratiche sempre più sostenibili. Quest’anno ci siamo dati obiettivi ancora più sfidanti, con l’impegno di diffondere una cultura che supporti la sostenibilità, offrendo un innovativo servizio a scopo green – afferma Paolo Lioy, Amministratore Delegato Whirlpool Italia e Iberia – È per questo motivo che abbiamo deciso di aprire un centro di ricondizionamento dei nostri elettrodomestici a Carinaro. I prodotti ricondizionati vengono sottoposti a una serie di test per garantire al 100% la qualità del prodotto.”

Leggi anche Contro l’usa e getta Patagonia e Makers Unite aprono un centro di riparazione vestiti

L’attenzione al consumatore è da sempre al centro delle attività di Whirlpool Italia che, attraverso il proprio i Consumer Service, gestisce tutte le esigenze di post-vendita.

Grazie ad un gruppo di oltre 150 operatori e professionisti specialisti del servizio, tramite call center basato a Fabriano (AN), live chat e altri canali digitali, l’azienda è in continuo contatto con i clienti finali riuscendo a comprendere rapidamente ogni necessità e dando un efficace supporto nelle soluzioni.

Whirlpool Corporation (NYSE: WHR) si impegna ad essere la migliore azienda al mondo di elettrodomestici per la cucina e il lavaggio, con l’obiettivo costante di migliorare la vita a casa. In un mondo sempre più digitale, l’azienda sta guidando un’innovazione mirata a soddisfare le sempre nuove esigenze dei consumatori, attraverso il suo portafoglio di marchi iconici, tra i quali Whirlpool, KitchenAid, Maytag, Consul, Brastemp, Amana, Bauknecht, JennAir, Indesit e Yummly. Nel 2021, l’azienda ha registrato un fatturato annuo di circa 22 miliardi di dollari, 69.000 dipendenti e 54 centri di produzione e ricerca tecnologica.

Articolo precedenteCessioni del credito in pericolo: le Banche hanno esaurito la capienza fiscale
Articolo successivoSciopero globale per il clima: Fridays for Future: “La politica ci ascolti”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui