Alghe: il progetto DEMA potenzia la produzione di biofuel

Il progetto europeo DEMA sta valutando le modalità di alterazione delle cellule per ottenere biofuel dalle alghe a prezzi vantaggiosi.

Progetto europeo DEMA(Rinnovabili.it) – Le alghe, largamente diffuse in tutti i mari, non sono certo la gioia dei bagnanti. Utili alla depurazione delle acque, nascondiglio per i pesci e fonte di cibo possono rappresentare una risorsa se trasformate in biocarburante. Allo stesso modo le microalghe stanno interessando i ricercatori europei concentrati nel progetto DEMA (Direct Ethanol from MicroAlgae) incentrato sulla possibilità di produrre bioetanolo per meno di 40 centesimi di euro al litro.

DEMA si sta concentrando sui cianobatteri, microalghe presenti in quasi tutti gli habitat terrestri e acquatici che ottengono l’energia di cui hanno bisogno per mezzo della fotosintesi.

Al momento il progetto sta cercando di modificare la capacità di produrre etanolo alterando le reazioni chimiche che avvengono all’interno delle cellule. In una seconda fase il bioetanolo ottenuto dalle alghe potrà essere raffinato dopo essere stato filtrato da una speciale membrana.

 

La squadra che sta lavorando al progetto è certa di riuscire a sviluppare una tecnologia altamente innovativa ed efficiente contribuendo così alla riduzione del rilascio di emissioni inquinanti senza mettere in pericolo la sicurezza alimentare.

Coordinato dall’Università di Limerick, in Irlanda, il progetto ha ricevuto dall’Europa 5 milioni di euro con la previsione di fine lavori fissata a maggio 2017.