Mire “bio” per l’aviazione di Abu Dhabi

Accordo a tre firme con la Total e la Boeing per avviare nell’Emirato la produzione di biocarburanti per gli aerei

aviazione(Rinnovabili.it) – La compagnia statale di Abu Dhabi, la Etihad Airways,  ha deciso di rinverdire la sue mire energetiche. Per farlo ha siglato un accordo di collaborazione con la società energetica francese Total e il produttore di aerei statunitense Boeing; un’intesa a tre firme determinerà per la prima volta l’avvio di una linea di produzione di biocarburanti per l’aviazione all’interno dell’emirato. Volendo fare i conti in tasca ad Abu Dhabi, le enormi riserve di petrolio nazionali permettono al Paese di godere di un ampio accesso a carburante a buon mercato. Eppure anche l’Emirato l’ha capito: puntare sulle fonti di energia  verde e sostenibile è la chiave con cui affrontare  la crescita futura  e per diversificare la propria economia.

 

Scommettere sui biocarburanti è inoltre uno degli elementi essenziali della strategia della Etihad, che sta tentando di andare incontro agli obiettivi di contenimento delle emissioni richiesto al settore dell’aviazione. La compagnia aerea prevede di iniziare i voli commerciali alimentati a biofuel in cinque anni. “In cinque anni, la tecnologia maturerà per i biocarburanti rendendoli redditizi Potremmo offrire tariffe competitive nel settore”, ha commentato Richard Hill, il Chief Operations Officer di Etihad senza voler rilasciare altri dettagli come il costo totale di investimento o a capacità di produzione.