Biodiesel, dazi UE sulle importazioni da Argentina e Indonesia

A partire dal 27 Novembre 2013 l’UE imporrà dazi antidumping definitivi sul biodiesel importato da i due principali mercati mondiali

Biodiesel, dazi UE sulle importazioni da Argentina e Indonesia(Rinnovabili.it) – Vittoria per l’industria europea di biocarburanti.  L’UE ha deciso a favore dell’imposizioni di dazi anti-dumping sulle importazioni di biodiesel da Argentina e Indonesia, accusate di aver imposto un prezzo di vendita nel mercato comunitario inferiore al prezzo della materia prima in vigore nel mercato interno (semi di soia e olio di soia in Argentina e di olio di palma in Indonesia). Le nuove imposte, che entreranno formalmente in vigore a partire dal 27 novembre 2013, saranno pari alla differenza di prezzo rinvenuta dalla Commissione europea al termine di un’indagine di 15 mesi: attraverso la regola del “dazio inferiore” sarà applicata una tassa del 24,6% in media per l’Argentina e del 18,9% per l’Indonesia.

 

“L’Unione europea è aperta alle esportazioni argentine e indonesiane ma non possiamo rimanere inattivi e tollerare distorsioni delle materie prime strutturali”, ha commentato il portavoce UE per il commercio John Clancy. “Siamo lieti che il Consiglio abbia adottato la proposta della Commissione, che si basa su un’indagine oggettiva in linea con il diritto dell’Organizzazione Mondiale del Commercio. Ora possiamo essere sicuri che il nostro settore energia verde non sia in pericolo e continui lo sviluppo a vantaggio di tutti i cittadini europei”.

 

Le misure antidumping definitive si applicheranno per cinque anni e, oltre a ripristinare una concorrenza leale, sono tenute ad assicurare il costante sviluppo di un innovativo settore dell’energia verde nell’Unione.