Londra: McDonald’s trasforma l’olio usato in biodiesel

Ristoranti attenti all’ambiente, prodotti a km zero e olio di frittura trasformato in biodiesel. L’impegno green di McDonald’s per le Olimpiadi si concretizza grazie alla collaborazione del LOCOG

(Rinnovabili.it) – Le Olimpiadi di Londra stanno facendo risaltare l’impegno di molti a favore della sostenibilità ambientale e del risparmio energetico. Tra tutti chi si sta particolarmente sforzando di ridurre il proprio impatto ambientale è la nota catena di fastfood McDonald’s, che dopo aver garantito il consumo di polli a chilometri zero ha comunicato nuovi piani di riduzione energetica e di controllo degli sprechi garantendo che stigliatura e componentistica dei ristoranti presenti all’interno del parco olimpico. Una volta terminati i giochi, il mobilio e le attrezzature verranno reimpiegati per la costruzione di nuovi punti vendita o per ammodernare ristoranti già funzionanti. Ma al centro dei piani green della catena l’impegno a riciclare l’olio di frittura raccolto durante le Olimpiadi, trasformarlo in biodiesel e utilizzarlo per alimentare la flotta di furgoni che effettuano le consegne per conto della società.

Uno sforzo che garantirà il risparmio di circa 6.000 tonnellate di carburante all’anno, ovvero eviterà l’inquinamento prodotto normalmente dalla circolazione di 2.400 vetture. Supportato dal Comitato Organizzativo dei Giochi Olimpici e Paraolimpici  LOCOG il piano sostenibile oltre a garantire la corretta gestione dei prodotti, degli scarti e del mobilio a chiusura dei ristoranti si preoccuperà di portare avanti  in maniera green anche la costruzione dei 4 punti vendita appositamente realizzati per garantire ristoro durante la manifestazione sportiva.

Articolo precedenteL’alta efficienza di Riello protegge il green data center ENI
Articolo successivoEdilizia e innovazione: il nuovo Polo Tecnologico di Lucca