GEV lancia la 1a nave per il trasporto di idrogeno compresso

A regime trasporterà fino a 2mila tonnellate di combustibile ad una pressione di 250 bar. E renderà reali i piani australiani di divenire il primo esportatore al mondo di idrogeno verde

idrogeno compresso
Credits: GEV

In fase di brevetto H2 Ship, la prima nave per il trasporto di idrogeno compresso

(Rinnovabili.it) – Quando si parla di energia pulita, l’Australia ha un sogno: divenire il primo e più grande esportare al mondo di idrogeno. E sebbene la fattibilità di questo piano sia ancora tutta da dimostrare, sono numerosi i progetti scientifici e industriali che stanno lavorando in questa direzione. Progetti come quello della Global Energy Ventures (GEV), società australiana attiva nella progettazione di imbarcazioni per il trasporto di gas naturale compresso. Partendo dal suo know-how storico, la società ha abbracciato una nuova sfida: realizzare la prima nave al mondo per il trasporto di idrogeno compresso.

L’annuncio ufficiale è arrivato proprio ieri dal CEO e presidente esecutivo, Maurice Brand. “Siamo entusiasti di annunciare la strategia dell’azienda dedicata a sviluppare una nuova classe di navi per il trasporto marittimo di idrogeno. GEV vede l’Australia come il leader globale per la definizione di un Piano e di un’industria nazionale” per il vettore grazie anche a “importanti programmi di finanziamento in atto”. Come ricordato da Brand, il Paese ha anche stretto accordi per la futura esportazione del combustibile a zero emissioni in Giappone, Corea del sud, Singapore e, più recentemente, in Germania.

Leggi anche L’Australia si candida a primo esportatore mondiale d’idrogeno

“Il governo australiano e i paesi in Europa si sono impegnati a fornire uno stimolo finanziario significativo per accelerare la politica sui cambiamenti climatici e implementare direttamente finanziamenti e sostegno politico all’intera catena di approvvigionamento dell’idrogeno, compresa la crescita dei mercati di esportazione”, ha aggiunto Martin Carolan, Executive Director Corporate & Finance.

La nuova nave per il trasporto di idrogeno compresso – battezzata H2 Ship – sarà sviluppata in linea con le regole e gli orientamenti dell’American Bureau of Shipping (ABS). L’imbarcazione e il suo sistema di contenimento del carico sono in fase di brevetto e la società prevede di ricevere un’ampia protezione brevettuale. In particolare, il sistema di contenimento trasporterà combustibile ad una temperatura ambiente e a una pressione target di 245 atmosfere. A regime avrà una capacità di stoccaggio di 2.000 tonnellate di idrogeno. I piani dettagliati su ingegneria e design saranno rivelati come parte del processo di approvazione in principio dell’ABS all’inizio del 2021.

GEV è fiduciosa che la sua futura nave per  il trasporto di idrogeno compresso si qualificherà per i finanziamenti australiani dedicati a ricerca e sviluppo.

Leggi anche Presentata la 1a nave al mondo per il trasporto di idrogeno liquido

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui