Scooter-sharing: a Barcellona la condivisione è ecologica e smart

Ha debuttato nella città spagnola Motit, il primo servizio di sharing di motorini elettrici. Una flotta di 50 scooter a disposizione che diverranno 500 entro il 2014

motit scooter-sharing

 

(Rinnovabili.it) – Bike-sharing, car-sharing e da oggi anche scooter-sharing. Per lo meno per chi vive o frequenta Barcellona. La città spagnola infatti si è offerta come terreno di test per un’altra soluzione di mobilità sostenibile basata sulla condivisone dei mezzi di trasporto grazie al progetto Motit. Iniziativa lanciata quest’estate da Going Green, Motit ricalca l’idea di fondo dei sistemi di sharing di auto e bici, ma lo fa in coniugando sostenibilità a intelligenza. Il servizio, primo a livello mondiale, permette di prelevare uno dei 50 scooter elettrici  messi a disposizione, prenotando le due ruote via web.

 

Le moto, rigorosamente di produzione locale e dotate di un navigatore satellitare, possono raggiungere una velocità massima di 65 km/h, offrendo con un “pieno” un’autonomia di 40-60 km. Gli utenti hanno la possibilità di pagare il singolo viaggio  – con una tariffa di 45 centesimi di euro a km – o di acquistare pacchetti mensili e turistici. Il primo passo da compiere è quello di scaricare l’applicazione Motit gratuitamente dall’App Store o Google Play per poter prenotare il servizio point-to-point direttamente dal proprio pc, tablet o smartphone. Il piano di Going Green è quello di aumentare il numero e-scooter del servizio fino a 500 unità entro la metà del 2014.