Settimana Europea della Mobilità Sostenibile: tu che strada scegli?

Tanti gli appuntamenti e le iniziative per coinvolgere i cittadini nella scoperta di mezzi di trasporto alternativi

Settimana Europea della Mobilità Sostenibile: tu che strada scegli?

 

“Our streets, our choice” è lo slogan scelto quest’anno per la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, arrivata alla sua tredicesima edizione. L’iniziativa, promossa dalla Commissione europea per sensibilizzare i cittadini all’uso di mezzi alternativi all’auto privata, si terrà dal 16 al 22 settembre. 1.115 le città che partecipano, tutte con un unico obiettivo: mettere in campo proposte di mobilità sostenibile per ridurre le emissioni di CO2 e per far respirare i centri urbani sempre più congestionati da traffico e smog. Una settimana importante per le amministrazioni locali, una gara a colpi di iniziative green: con le loro proposte, infatti, le città si sfidano per aggiudicarsi il premio ufficiale della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile. Ad aggiudicarsi il primo posto nell’edizione 2013 era stata Lubiana, capitale della Slovenia. Tra le italiane a brillare nel 2011 era stata Bologna.

 

Anche il Ministero dell’Ambiente aderirà alla Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, perché, come afferma il titolare del dicastero, Gian Luca Galletti, “sensibilizzare i cittadini sull’importanza della mobilità sostenibile è fondamentale per rendere le nostre città più pulite e vivibili e sviluppare una nuova mobilità urbana rispettosa dell’ambiente che contribuisce a ridurre le emissioni di CO2”.

Tra le novità di quest’anno anche la pagina Facebook “Trova il giusto mix”, nata all’interno della Sustainable Urban Mobility Campaign – SUM (campagna sulla mobilità urbana sostenibile) con lo scopo di aumentare la conoscenza degli strumenti di mobilità urbana integrata nei cittadini.

 

GLI APPUNTAMENTI- Tra gli eventi organizzati dal ministero dell’Ambiente c’è il “Car sharing Day” che si terrà mercoledì 17 settembre a Roma, nella sala della Protomoteca in Campidoglio, dalle ore 9.30. Occasione per tracciare una road map su questo mezzo che, solo in Italia, conta oltre 200 mila iscritti. Ad intervenire anche l’assessore ai Trasporti di Roma Capitale Guido Improta, il presidente della Fondazione per lo sviluppo sostenibile, Edo Ronchi, il presidente della Commissione Ambiente della Camera, Ermete Realacci, il direttore generale del ministero dell’Ambiente Francesco La Camera, il Country manager per l’Italia e il Sud Europa di car2go Gianni Martino, il vice presidente dei servizi “Smart mobility” di Enjoy Giuseppe Macchia, il direttore di Car sharing Ics Marco Mastretta e il responsabile della Comunicazione della rappresentanza in Italia della Commissione europea, Alessandro Giordani.

 

Giovedì 18 sarà la volta del Bike to work Day, dedicato a tutti coloro che vanno al lavoro pedalando. In quella data anche i più piccoli potranno salire in sella con il Bike to school di Roma.

 Settimana Europea della Mobilità Sostenibile: tu che strada scegli?

 

Reggio Emilia ospiterà il 16 settembre “MobyDixit 2014”, la quattordicesima Conferenza nazionale su mobility management e mobilità sostenibile. Anche Riccardo Canesi, presidente di Euromobility prenderà parte all’evento, che avrà luogo nel Centro internazionale Loris Malaguzzi, dalle ore 10.

 

Per saperne di più sulla copertura assicurativa degli spostamenti in bicicletta per andare a lavoro ci sarà il convegno “Lavoro – Bici – Sicuri”: venerdì 19 nell’Aula Magna dell’Università degli Studi di Roma Tre dalle ore 9.45. Tra gli interventi previsti, quello del sottosegretario all’Ambiente Silvia Velo e dell’europarlamentare David Sassoli. Nel pomeriggio si svolgerà il workshop annuale dei mobility manager romani, promosso dall’Agenzia per la mobilità di Roma Capitale.

Padova Fiere, nell’ambito di “ExpoBici”, darà la possibilità di confrontarsi con l’esperienza olandese nel campo della mobilità sostenibile, fiore all’occhiello in Europa per i trasporti green. Sabato 20, infatti, sarà organizzata una tavola rotonda per discutere di sicurezza ciclistica, infrastrutture e cicloturismo.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui