Colonnine di ricarica: come sceglierle e come installarle

Le auto elettriche stanno entrando giorno dopo giorno nelle nostre abitudini. Ma come ricaricarle e come scegliere le colonnine adatte da installare nelle nostre case?

Immagine tratta dal sito www.tuttoautoricambi.it

Le auto elettriche sono la mobilità del futuro, tanto che ad oggi, quasi tutte le case produttrici di veicoli a combustibili fossili si stanno adoperando per progettare modelli ibridi o 100% elettrici. Anche i vari governi, infatti, stanno incentivando i cittadini all’acquisto di veicoli a energia rinnovabile per aiutare e sostenere sempre di più la salvaguardia dell’ambiente.

Come e quale colonnina scegliere

Se volete comprare una colonnina elettrica da mettere a casa ma non sapete come sceglierla e come installarla, questo è l’articolo che fa al caso vostro. La prima cosa che dovete controllare quando acquistate una colonnina, è ovviamente che tipo di presa ha la vostra auto. Ci sono vari modelli ma la più utilizzata, soprattutto in Europa, è la presa di tipo 2. Queste prese sono a corrente alternata e sono disponibili in più tagli: 

  • 3,7 kW
  • 7,4 kW
  • 11 kW
  • 22 kW

Dovete sapere però, che non tutti i tagli hanno la stessa potenza di installazione e la stessa tensione di funzionamento. I tagli 3,7 kW e 7,4 kW funzionano solo a 220 volt monofase e la potenza del contatore dev’essere superiore di almeno il 20% della potenza della stazione. Per quanto riguarda i tagli 11 kW e 22 kW, la tensione dev’essere di 380 volt trifase e la potenza, anche in questo caso, dev’essere superiore del 20%. Altri modelli disponibili in commercio sono CCS combo 2 e ChaDeMo. A differenza della presa di tipo 2, questi funzionano a corrente continua, sono più grandi, decisamente più costosi e hanno bisogno sempre di manodopera specializzata in fase di installazione. Per quanto riguarda il funzionamento delle prese CCS combo 2 e ChaDeMo, per un modello da 100 kW la potenza necessaria dev’essere di almeno 120 kW. 

Come installare una colonnina di tipo 2

L’installazione di questi dispositivi è davvero molto semplice. Non è necessario infatti l’intervento di personale specializzato e potrete quindi effettuarla in completa autonomia. Per completare l’installazione basterà forare il muro o il pavimento in quattro punti (in base al modello di colonnina che avete acquistato) e successivamente allacciare il cavo elettrico. Per le prese di tipo 2 l’assistenza non è prevista, ma in caso di problemi o di malfunzionamento, l’unica cosa che dovrete fare è chiamare l’assistenza che provvederà nel farvi avere la presa sostitutiva entro 24 ore. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui