Auto elettriche, per UBS la rivoluzione è dietro l’angolo

L’analisi della banca d’investimento UBS vede imminante la parità di costo con i veicoli tradizionali dotati di motore a combustione interna

Auto elettriche
Foto di Markus Distelrath da Pixabay

Il costo delle batterie delle auto elettriche scenderà sotto gli 85 euro/kWh nel 2022

(Rinnovabili.it) – Entro il 2024 produrre le auto elettriche costerà esattamente come per i veicoli tradizionali con motori a combustione. Una vera rivoluzione per il settore e per la mobilità sostenibile in generale. Perché la parità di costo è un punto di svolta che rende realistico abbandonare una volta per tutte le auto a diesel e benzina.

Sono le previsioni formulate dalla banca d’investimento UBS in una ricerca appena pubblicata. Il costo aggiuntivo della produzione di auto elettriche a batteria rispetto ai loro equivalenti alimentate a combustibili fossili diminuirà a soli 1.600 euro per auto entro il 2022. Una differenza che scomparirà completamente entro il 2024. A questi risultati, UBS è arrivata con un’analisi dettagliata delle batterie dei sette maggiori produttori sul mercato.

Leggi anche Batterie, l’Europa vuole battere la Cina: 15 Gigafactory in costruzione

Finora, le grandi case automobilistiche non hanno cambiato drasticamente il focus della loro produzione. Che resta incentrato sui veicoli con motori a combustione interna. Il motivo? Le incognite legate ai costi delle batterie per le auto elettriche. Che pesano moltissimo. Tra il 25 e il 40% del costo dell’intero veicolo. Ma secondo UBS, questi costi potrebbero scendere al di sotto di 85 euro per kilowattora già entro il 2022.

In questo scenario, la competizione tra UE e Cina sembra destinata ad aumentare. Così come la corsa ad accaparrarsi le materie prime necessarie per la produzione degli EV. D’altronde Bruxelles con la nuova Commissione è già decisa a raggiungere una indipendenza strategica sia nella capacità produttiva di batterie che nel controllo delle risorse necessarie.

Leggi anche ONU: batterie per auto elettriche, il problema delle materie prime

Al 2017 risale la EU Battery Alliance, e attualmente sono in costruzione 15 Gigafactory, immensi impianti di produzione su scala GW dedicati alle batterie al litio. Solo nel 2019 sono stati spesi oltre 60 miliardi di euro lungo tutto la catena del valore della batterie al litio. Una cifra 3 volte più alta di quella sborsata dalla Cina, a cui si aggiungono i 25 miliardi dei primi 7 mesi del 2020.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui