• Articolo Torino, 22 febbraio 2013
  • nel carrello un impegno per l'ambiente

    Con Fada la spesa diventa una eco-sfida

  • I 19 comuni dell’hinterland torinese stanno sperimentando un nuovo modo di fare la spesa: per ogni buona azione ambientale si ottengono punti che diventano sconti da usare nei negozi aderenti

(Rinnovabili.it) – Grazie a Fada fare la spesa acquista una connotazione ecologica e permette di effettuare una raccolta punti che fa guadagnare buoni spesa. Un’iniziativa del Consorzio Covar14 premia i cittadini che dimostrano di essere veramente attenti al proprio stile di vita.

Nasce quindi grazie alla collaborazione con Keo Srl e Achab Group il sistema di incentivazione agli acquisti green promosso attraverso il rilascio della tessera punti FADA (Fedeltà Amica Dell’Ambiente) che verranno recapitate con i nuovi calendari di raccolta a tutte le utenze dei 19 Comuni consorziati. Il meccanismo è semplice: si effettuano gli acquisti nei punti fidelizzati e si ottengono dei punti premio a seconda della spesa ma non solo, il cittadino che dimostrerà di aver effettuato correttamente la raccolta differenziata, ridotto gli sprechi e ottimizzato i consumi riceverà ulteriori gratificazioni.

Gettando il pet nei punti di raccolta predisposti Mr Pet si potranno infatti caricare la tessera fedeltà. “Fada è la risposta locale agli obiettivi europei di riduzione delle emissioni di gas serra” dichiara il presidente del Covar 14 Leonardo Di Crescenzo “obiettivo a cui tutte le amministrazioni locali sono chiamate a contribuire attraverso azioni misurabili. In quest’ottica il sistema si presenta come uno strumento a disposizione dell’amministrazione pubblica per incentivare e documentare azioni ambientalmente sostenibili, oltre a rappresentare per ogni cittadino un’opportunità concreta per trasformare una buona azione in un vantaggio economico”.

“Abbiamo aderito al progetto Fada” afferma il direttore di Covar 14 Enrico Iannone “perché, oltre ad incentivare e premiare i comportamenti virtuosi, si inserisce in un contesto più ampio capace di integrarsi agli altri progetti promossi da Covar, quali ad esempio l’accesso informatizzato presso gli Ecocentri consortili. Inoltre riteniamo che l’iniziativa possano contribuire al rilancio del commercio locale”.

Il progetto oltre a creare una rete di sostenibilità usufruirà dell’appoggio dei punti di raccolta dei Consorzi deputati nell’ambito dell’ Accordo-Quadro ANCI-CONAI, con cui COVAR 14 ha da anni sottoscritto le apposite convenzioni.