• Articolo Roma, 22 ottobre 2013
  • Dalle 10 di mattina a via dei Fori imperiali

    Una festa per l’Italia Rinnovabile

  • Rinnovabili.it con Legambiente, WWF e Greenpeace ti invita alla manifestazione dedicata all’energia pulita che si terrà a Roma il prossimo 26 ottobre. Una giornata ricca di spettacoli musicali, stand, incontri, conferenze, esperimenti teatrali e speciali laboratori

Una festa per l'Italia Rinnovabile(Rinnovabili.it) – In un momento delicato come quello che stanno affrontando oggi le energie rinnovali italiane, colpevolizzate da più fronti di essere le responsabili del caro bolletta, c’è chi vuole far conoscere cosa, concretamente, la rivoluzione della green energy abbia portato fino ad ora al Belpaese. Sono le voci dell’energia pulita, cittadini, aziende ed enti locali che hanno scelto di investire nelle fonti rinnovabili e che sono pronti a far conoscere le proprie storie il prossimo 26 ottobre, a Roma, in una manifestazione corale dedicata all’Italia Rinnovabile.

 

A partire dalla mattina via dei Fori Imperiali darà corpo a queste voci e si trasformerà in un palco d’eccezione, accogliendo spettacoli musicali, stand, incontri, conferenze, esperimenti teatrali e speciali laboratori: il tutto, ovviamente, dedicato al mondo delle eco-energie. Sarà un’occasione per raccontare come oggi un futuro energetico incentrato sulle fonti rinnovabili e l’efficienza nell’uso delle risorse non solo sia possibile da realizzare, ma abbia già gettato profonde radici. Sono infatti ben 600mila gli impianti che attualmente in Italia producono eco-energia e grazie ai quali sono soddisfatti circa il 30% dei consumi elettrici e il 13% di quelli complessivi.

 

Promosso da Legambiente, WWF, Greenpeace e Kyoto Club, l’evento vestirà i panni di una vera e propria festa dell’energia pulita a cui Rinnovabili.it prenderà parte non solo in qualità di media partner  ma anche come sostenitore pro-attivo della manifestazione; il nostro quotidiano sarà infatti presente con uno stand mentre il direttore Mauro Spagnolo coordinerà il dibattito “Greenbuilding: come innovare l’edilizia italiana. Il ruolo centrale dell’edificio e della città nel futuro energetico” .  

 

“Scendiamo in piazza – spiegano gli organizzatori nel Manifesto dell’Italia Rinnovabile –  perché siamo a un passaggio decisivo, e dobbiamo reagire con forza a un attacco portato alle fonti rinnovabili da parte di chi vorrebbe fermarle per tenere in vita inquinanti centrali a carbone e a olio combustibile che, ennesima ingiustizia, beneficiano persino di miliardi di Euro presi in bolletta o dalla fiscalità generale […]Saremo in piazza perché la larga maggioranza dei cittadini italiani è con noi e questa domanda di cambiamento deve aver voce”.

 

La festa prenderà il via alle 10 con l’apertura degli stand di associazioni, aziende delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica, di vendita prodotti biologici e sostenibili per aprire quindi dei momenti dedicati al dibattito: alle 10.30 “Il futuro dell’energia: autoproduzione, efficienza, smart grid, ricerca, impianti rinnovabili distribuiti e territorio”, alle 12.30 “Greenbuilding: come innovare l’edilizia italiana. Il ruolo centrale dell’edificio e della città nel futuro energetico”, alle 14.30 “Pillole di energia. Storie dell’Italia che cambia con la generazione distribuita, pulita, efficiente” per finire alle 17.00 con “La mobilità nuova. Pedoni, pedali e pendolari verso consumi energetici zero”. La festa si animerà di oltre 20 laboratori didattici – da “Come evitare le sostanze chimiche”, laboratorio di cosmesi naturale, a quello di autocostruzione di un pannello solare termico – ed una serie di attività correlate: un circuito a pedali, esperimenti di teatro ambientale, l’Officina Bici “Riparazioni in corso” e l’Anfiteatro “liberi dalle auto”.

Vuoi partecipare alla festa? Guarda il programma