• Articolo Farmington Hills, 13 ottobre 2015
  • Basta un po' di esercizio per vivere lontano dalla rete

    Illuminazione off-grid, basta pedalare 60 minuti per 24 ore di luce

  • Il miliardario americano Manoj Bhargava ha realizzato la cyclette che con un’ora di esercizio illumina la casa per un giorno intero

(Rinnovabili.it) – Il miliardario statunitense di origine indiana Manoj Bhargava, diventato ricchissimo grazie ad un Energy drink, ha deciso di diventare un mecenate di sostenibilità realizzando una cyclette che trasforma la forza umana in illuminazione off-grid. Staccandoci dalla rete dobbiamo utilizzare tutte le fonti rinnovabili che abbiamo a disposizione per assicurarci sempre l’energia di cui abbiamo bisogno. Allora perché non affiancare a Sole e vento anche il nostro corpo? Con 60 minuti di pedalata ad alta velocità la cyclette "Free Electric" illumina la casa per 24 ore e ci fa consumare dalle 200 alle 350 calorie. Come i tavoli da ufficio “ciclabili” che alimentano i pc e la lavatrice a pedali questa cyclette per l’illuminazione off-grid è un’idea che fa bene al corpo, alla bolletta e all’ambiente. Il costo della bicicletta molto contenuto - entro i 100 dollari – a differenza degli altri progetti simili la rende alla portata della maggior parte della clientela. La facilità di riparazione incentiva il fai-da-te ed il magnate americano propone il progetto come una valida soluzione in caso di blackout. Le prime 10.000 cyclette per l’illuminazione off-grid saranno distribuite in India, paese natale di Manoj Bhargava, che ritiene che potrebbero essere una soluzione pratica da associare a energia solare ed eolico per segnare una svolta green nello sviluppo del paese. Il laboratorio sostenibile di Manoj Bhargava Il progetto della cyclette rinnovabile del miliardario fa parte del programma “Stage 2”, al quale lavorano più di 100 ingegneri per trovare soluzioni pratiche e sostenibili ai problemi del mondo. Insieme a "Free Electric" sta nascendo il “Rain Maker”- che trasforma acqua del mare inquinata in una risorsa idrica adatta all’irrigazione in agricoltura – ed il “Renew”, un dispositivo medico per migliorare la circolazione del sangue. Tra i buoni propositi dell’imprenditore americano c’è il progetto di donare il 99% dei suoi capitali perché: “Se si dispone di ricchezza, è un dovere aiutare chi non ne ha.”(Rinnovabili.it) – Il miliardario statunitense di origine indiana Manoj Bhargava, diventato ricchissimo grazie ad un energy drink, si è trasformato in un mecenate di sostenibilità realizzando una cyclette che trasforma la forza umana in illuminazione off-grid.

Staccandoci dalla rete dobbiamo utilizzare tutte le fonti rinnovabili per assicurarci sempre l’energia di cui abbiamo bisogno. Allora perché non affiancare a sole e vento anche il nostro corpo? Con 60 minuti di pedalata ad alta velocità la cyclette “Free Electric” illumina la casa per 24 ore e ci fa consumare dalle 200 alle 350 calorie.

 

Come i tavoli da ufficio “ciclabili” che alimentano i pc e la lavatrice a pedali, questa cyclette per l’illuminazione off-grid è un’idea che fa bene al corpo, alla bolletta e all’ambiente.

Il costo della bicicletta molto contenuto – entro i 100 dollari – a differenza degli altri progetti simili la rende alla portata della maggior parte della clientela. La facilità di riparazione incentiva il fai-da-te ed il magnate americano propone il progetto come una valida soluzione in caso di blackout.

Le  prime 10.000 cyclette per l’illuminazione off-grid saranno distribuite in India, paese natale di Manoj Bhargava, che ritiene che potrebbero essere una soluzione pratica da associare a energia solare ed eolico per segnare una svolta green nello sviluppo del paese.

 

Il laboratorio sostenibile di Manoj Bhargava

Il progetto della cyclette rinnovabile del miliardario fa parte del programma “Stage 2”, al quale lavorano più di 100 ingegneri per trovare soluzioni pratiche e sostenibili ai problemi del mondo. Insieme a “Free Electric” sta nascendo il “Rain Maker”– che trasforma acqua del mare inquinata in una risorsa idrica adatta all’irrigazione in agricoltura – ed il “Renew”, un dispositivo medico per migliorare la circolazione del sangue.

Tra i buoni propositi dell’imprenditore americano c’è il progetto di donare il 99% dei suoi capitali perché: “Se si dispone di ricchezza, è un dovere aiutare chi non ne ha.”

 

Illuminazione off-grid, basta pedalare 60 minuti per 24 ore di luce

17 Commenti

  1. ROCCO GUERRIERO
    Posted ottobre 16, 2015 at 7:51 pm

    vorrei ricevere maggiori informazioni, sapere dove poterla acquistarla a roma
    grazie

  2. Maurizio
    Posted ottobre 17, 2015 at 12:22 pm

    Vorrei acquistarla

  3. Antonio dott del sorbo medico chirurgo radiologo
    Posted ottobre 17, 2015 at 7:28 pm

    Sarei molto interessato per gestire apparecchi radiologico come ecografi ed in casa

  4. davide cravini
    Posted ottobre 19, 2015 at 9:53 am

    …”Se si dispone di ricchezza, è un dovere aiutare chi non ne ha.”..frasi che pensavo fossero estinte insieme ai dinosauri e invece con estremo piacere sento parlare di coesione e ricerca per far star bene tutti quelli che ci sono e che ci saranno… speriamo nascano mille di queste persone. Per quanto riguarda la cyclette, bè fenomenale.. torni a casa e fai sport, sta bene il cuore e sta bene il portafoglio… TOP!

  5. Gilberto Majeron
    Posted ottobre 20, 2015 at 10:03 pm

    La notizia è molto interessante. Una balla mi sembrano i 100 dollari di costo. Forse sono 100 dollari spesi in India e non altrove. Pedalare ad alta velocità per un’ora i consumi energetici sono molto più alti di quelli indicati nell’articolo. Chi ha scritto l’articolo non sa cosa vuol dire pedalare ad alta velocità per un’ora, ti fai un culo che non finisce più. Mi sembra una notizia da buontempone.

  6. Angiolina
    Posted ottobre 21, 2015 at 7:34 am

    se il costo fosse vero (circa 100 dollari) il magnate farebbe altri miliardi in Italia…per come stanno andando le cose la prenderei subito anch’io

  7. Emiliano
    Posted ottobre 29, 2015 at 4:12 pm

    Che invenzione!..
    Solita idea…penso che sia stato il primo progetto che ogni uno di noi avrebbe voluto realizzare quando ha scoperto come funzionasse da prima la dinamo della bicicletta, poi l’alternatore. Ma poi, quando si è seduto a fare i conti e ha scoperto quanto costasse l’inverter più il pacco batteria, ha preferito mettere quei soldi in palestra. Almeno la si socializza, che fa bene al cuore anche quello.
    Magari, forse forse, una palestra con tante macchine e tanti clienti risparmierebbe sicuramente parte dei costi di gestione dei climatizzatori.

  8. Franco
    Posted ottobre 29, 2015 at 7:54 pm

    Le solite semplificazioni giornalistiche … guardate la struttura, guardate il pacco batterie che si intuisce sotto la panca del disegno, domandatevi quanto vi costa la batteria dell’ auto, domandatevi quanto vi dura se tenete le luci accese, domandatevi quante luci e di che tipo avete a casa, fatevi qualche conto e capirete che è proprio un filantropo: la differenza da 100 $ al costo reale ce la mette lui !

  9. Armando Giampieri
    Posted ottobre 30, 2015 at 5:27 pm

    200 Cal equivalgono a 0,23 KWh , 340Kcal equivalgono a 0,407 KWh che rispettivamente consentono di tenere accesa una lampadina da 60W per 0,23 minuti.e 0,402 minuti. Siamo ,a occhio ben lontani dall’alimentare una casa per 24 h..
    Con un’ora di cyclette e un dispendio di 350Kcal si può “illuminare “una casa con una luce LED da 4W per 6 minuti .L’articolo chiarisce molto bene come “l’inventore” sia potuto diventare miliardario.

    • Marcello Moriani
      Posted novembre 2, 2015 at 2:05 pm

      Scusi Armando,
      ma 0,407 KWh tengono accesa una luce LED da 4W per 100 ore

      • Armando Giampieri
        Posted novembre 5, 2015 at 7:34 pm

        E’ vero e chiedo venia, per 24h si possono tenere accesi 4 LED da 4 W e secondo il “miliardario” con un investimento di 100 $ a fronte di una Cyclette,un regoletore di carica , batterie e inverter + un’ora di pedalata al giorno.

  10. salvatore
    Posted novembre 1, 2015 at 7:53 pm

    rifarei qualche calcoletto del post…. 0.407 KWh sono 407 Wh e se la lampada led consuma 4W non penso si spenga dopo 6 minuti

  11. arturo bo.
    Posted novembre 2, 2015 at 3:30 pm

    200 calorie sono 0,000 232 6 Kilowattora [kWh]

  12. Lu.Pi.
    Posted novembre 2, 2015 at 4:52 pm

    407 [W*h]/4[W]=102 [h]

  13. alex
    Posted novembre 2, 2015 at 8:01 pm

    Attenzione, state confondendo la calorie con la c minuscola con le Calore con la C maiuscola.
    Le Calorie con la C maiuscola=1000 calore con la c minuscola, cioè 1Caloria= 1kcalorie.
    Ora siccome 1kcal=0.001163 kWh ne segue che 340 kcal=0.4 kWh.
    Questa potenza è sufficiente ad illuminare un impianto luce da giardino per esempio con 4 lampade led da 10 watt per 10 ore, oppure tenere un frigo in classe A++ acceso per almeno 3 ore.
    Il problema però non è come produrre l’energia, ma come immagazzinarla per sfruttarla successivamente. Ancora i costi sono elevati delle batterie. In ogni caso, tra marito e moglie, dedicare 2 ore al giorno per fare un pò di cyclette si produrrebbero all’anno circa 300 kWh che farebbero risparmiare 60 € l’anno!!!!!!! Forse se la famiglia fosse numerosa il discorso sarebbe diverso, ma in ogni caso nelle palestre, dove ci sono almeno 3-4 cyclette che lavorano circa 8 ore al giorno il discorso sarebbe stato molto molto diverso.

    • Armando Giampieri
      Posted novembre 5, 2015 at 7:40 pm

      La signora padrona di casa quanto dovrà cucinare per fornire le Calorie necessarie a risparmiare quei 60€ ? e con quale spesa ?

  14. Lamberto
    Posted marzo 16, 2018 at 6:26 am

    E quanti soldi (e inquinamento, ed energia) per il cibo che serve a ridarti le calorie spese per la cyclette? Grande Armando!

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *