• Articolo Pechino, 3 luglio 2012
  • Attivi i 32 generatori della diga delle Tre Gole

    Cina: la diga più grande al mondo è pienamente operativa

  • La diga delle Tre Gole, la più grande al mondo, grazie alla piena del fiume Yangtze ha visto attivarsi tutti i generatori

(Rinnovabili.it) – Il più grande progetto idroelettrico al mondo, con sede in Cina, ha segnato un nuovo record. Si tratta della diga delle Tre Gole, che al momento è completamente attiva grazie alla messa in funzione di tutti e 32 i suoi generatori. L’ultima turbina attivata, infatti, ha passato la fase di test, conclusasi nel mese di maggio, e sta producendo energia sfruttando il flusso e la potenza dell’acqua.

Grazie all’aumento del flusso del fiume, che ha fatto segnare una crescita di circa 34 mila metri cubi di acqua provenienti soprattutto dallo Yangtze, registrato nel corso della scorsa notte, sono entrati in funzione i 32 reattori. Lanciato nel 1993, il progetto Tre Gole, è costato fino ad oggi di 180 miliardi di yuan (ovvero circa 28 mila 490 milioni di dollari) ha una capacità complessiva di generazione di 22 milioni 400 mila chilowattora.

L’idroelettrico rimane quindi una delle priorità del settore energetico cinese che già in passato ha rafforzato la produzione energetica  dando il via al progetto che ha portato all’istallazione di 43 nuovi GW di potenza idroelettrica diviso in 4 impianti, che sono andati a sommarsi al già allora imponente impianto delle Tre Gole.

I Correlati

In Cina la rete di ricarica domestica più grande al mondo Pechino, 18 febbraio 2014

In Cina la rete di ricarica domestica più grande al mondo

La Repubblica popolare punta a divenire leader globale della mobilità elettrica con un’auto creata appositamente per il proprio mercato e un diffuso sistema di ricarica veloce in corrente continua

Mekong Nom Penh, 31 marzo 2014

Mekong, la diga della discordia preoccupa la Cambogia

Fa di nuovo discutere il progetto per la costruzione della diga sul fiume Mekong. La Cambogia ha paura per l'ambiente, per i pesci e per le comunità locali che dal fiume traggono sostentamento