• Articolo Washington, 6 marzo 2013
  • Una nuova relazione del Worldwatch Institute

    Smart grid, continua la corsa: 13,9 mld di investimenti nel 2012

  • L’investimento globale nelle tecnologie di distribuzione energetica intelligente ha visto un aumento del 7%, per un totale di 13,9 miliardi dollari, in tutto il mondo

(Rinnovabili.it) – Spinti dalla crescente quota di energia rinnovabile nel mix di produzione elettrica e dalla necessità di aggiornare le infrastrutture di rete, gli investimenti globali nelle tecnologie di “smart grid” sono aumentati del 7 per cento nel 2012, per un totale di 13,9 miliardi dollari a livello globale. A rivelarlo è la nuova ricerca condotta dal Worldwatch Institute all’interno del suo servizio d’analisi Vital Signs Online. La relazione entra nello specifico dei singoli mercati facendo luce sui trend nazionali, a partire da quelli che oggi detengono la leadership del settore delle reti intelligenti. Si scopre così che nell’anno passato gli Stati Uniti hanno superato tutti gli altri paesi in investimenti dedicati, spendendo ben 4,3 miliardi di dollari; una cifra da capogiro nonostante risulti il 19% inferiore a quella del 2011, a causa della scadenza dei programmi di finanziamento federali avviati nell’ambito del Recovery and Reinvestment Act del 2009.

 

Gli Usa sono tallonati dalla Cina, al secondo posto nella classifica finanziaria grazie all’investimento di 3,2 miliardi di dollari: un incremento del 14% rispetto al 2011. In realtà la Repubblica Popolare sta trainando la crescita di tutta l’Asia rappresentando oggi il 57% del mercato del continente. Nell’Unione europea, le nuove direttive sulle smart grid hanno determinato un aumento del 27 per cento della spesa europea toccando nel 2012, quota 1,4 miliardi di dollari, a cui seguono gli investimenti più ridotti dell’America latina di soli 400 milioni.