• Articolo Città del Messico, 9 maggio 2016
  • Creato il cemento a emissione luminosa che si accende di notte

  • Eliminando la formazione di cristalli dalla pasta cementizia, un team di ricercatori messicani ha creato un cemento luminoso da impiegare in strade ed edifici

Creato il cemento a emissione luminosa che s’illumina di notte

 

(Rinnovabili.it) – La strada fotovoltaica francese ha fatto da apripista mediatica. Ora però è arrivato il momento di puntare più in alto come spiegano gli scienziati dell’Università di San Nicolas Hidalgo a Michoacan (UMSNH) in Messico. I ricercatori hanno creato un nuovo cemento a emissione luminosa in grado di funzionare per “centinaia di anni” assorbendo l’energia solare di giorno e restituendola sotto forma di luce la notte. Una soluzione che, una volta divenuta un prodotto affidabile dal punto di vista commerciale, permetterebbe di creare strade, autostrade, piste ciclabili e persino edifici in grado di auto illuminarsi.

 

Nove anni fa, quando ho iniziato il progetto, ho capito che c’era nulla di simile in tutto il mondo, e così ho iniziato a lavorare su di esso. Il problema principale è che il cemento è un corpo opaco che non consente il passaggio della luce al suo interno”, ha spiegato il professore Jose Carlos Rubio, a capo del progetto di ricerca. Durante l’indurimento della pasta cementizia si formano in maniera graduale geli e cristalli di silicati e alluminati  di calcio idrato. Ed è proprio a questo punto che sono intervenuti gli scienziati messicani: hanno modificato la microstruttura del cemento al fine di eliminare i cristalli e renderlo completamente gel. L’aggiunta di polimeri misti con proprietà luminescenti permette quindi l’assorbimento dell’energia solare che viene successivamente restituita all’ambiente sotto forma di luce.

 

Il cemento a emissione luminosa riporta subito alla mente altre invenzioni non troppo dissimili nell’estetica, come la Smart Highway Project dell’artista e designer Daan Roosegaarde  realizzata con vernici fosforescenti. Rubio ci tiene però a sottolineare le grandi differenze: la maggior parte dei materiali fosforescenti sono fatti di plastica e hanno una media di 3 anni di vita, perché col tempo sono degradati dai raggi UV. Il nuovo cemento invece resiste al sole ed ha una durata di vita stimata di 100 anni.

Anche sulla prestazione luminosa sbaraglierebbe i suoi concorrenti (o simili): Photoluminescent, il pavimento luminoso della Decking Quartz, è in grado di restituire 5 ore di luce, il prodotto della UMSNH circa 12 ore.

 

Inoltre, aggiungono gli scienziati, è ecologico perché è costituito unicamente di sabbia e argilla, rilasciando come unico residuo il vapore acqueo. Attualmente, esiste il cemento a emissione luminosa esiste in colore blu o verde, e l’intensità della luce può essere regolata per evitare che risulti fastidiosa per chi guida. Attualmente la ricerca è nella sua fase di trasferimento e commercializzazione.

5 Commenti

  1. edoardo
    Posted maggio 13, 2016 at 8:02 pm

    La notizia è straordinaria, mi piacerebbe conoscere più approfonditamente come avviene il processo di immagazzinamento della luce e relativa restituzione nelle ore notturne. Grazie Edoardo

  2. giuseppe FRANCONE
    Posted maggio 17, 2016 at 11:22 pm

    come si puo’ fare per avere un campione di cemento da testare in Italia e chi si puo’ contattare per avere la distribuzione in Italia di questo eccezionale cemento da costruzione?
    cordiali saluti
    ing. Giuseppe Francone .

  3. Ester
    Posted novembre 17, 2017 at 2:52 pm

    Chiedo cortesemente la possibilità d’avere notizie più dettagliate in merito al prodotto ed essere contattata da un distributore in Italia.
    Ringrazio anticipatamente
    Ester

  4. anna ruotolo
    Posted dicembre 8, 2018 at 3:10 pm

    Sarebbe possibile avere maggiori informazioni tecniche ?

  5. Roberto Biancardi
    Posted maggio 14, 2019 at 3:52 pm

    Potrei essere contattato per maggiori informazioni?
    grazie

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo Email non verra' mai pubblicato e/o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*
*

Puoi usare questi HTML tag e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Current ye@r *