• Articolo , 6 luglio 2009
  • Per il Brasile è tempo di bus a idrogeno

  • Inaugurato la scorsa settimana a San Paolo il primo autobus a celle a combustibile, passo fondamentale di un progetto che prevede di ampliare la flotta di eco veicoli fino a 200 mezzi

(Rinnovabili.it) – Il Brasile si unisce ufficialmente ai paesi industrializzati nella corsa all’idrogeno nei sistemi di trasporto. La sperimentazione era stata avviata nel 2006 e dopo tra anni di lavori e test il ministro per l’Energia, in collaborazione con l’Empresa Metropolitana de Transportes Urbanos hanno presentato il primo autobus a fuel cell alimentate ad idrogeno, frutto della loro collaborazione e dell’investimento di circa 31 milioni di reais (più di 11 milioni di euro). In realtà il mezzo sarà dotato di un sistema ibrido, integrando anche una batteria per la ricarica elettrica. Il progetto sostenuto dal Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo (UNDP), ha optato per l´elettrolisi, la tecnologia più semplice e più disponibile come sistema di produzione del gas e prevede nel breve termine di immettere sulle strade cittadine altri cinque bus. Il Ministero ha fatto sapere che crede molto nello “sviluppo di un sistema di trasporto di massa a ‘zero emissioni’” per il grande contributo che esso avrà sulla riduzione dell’impatto ambientale nelle grandi aree urbane, come San Paolo, che è ad oggi possiede “la più grande flotta di autobus nel mondo”.”Gli autoveicoli sono responsabili del 90% degli inquinanti immessi in atmosfera e la maggior parte dei bus di linea hanno motori diesel, che producono emissioni elevate”, ha aggiunto.