Food Safety and Food Risk Management, i primi laureati a Parma

L’Università di Parma coordina il corso di laurea magistrale internazionale in Food Safety and Food Risk Management. Formazione di esperti a 360° sostenuta da aziende alimentari, enti, associazioni e ordini professionali. Il mercato richiede sempre maggiori competenze a chi lavora nell’agroalimentare

Food Safety
via depositphotos.com

(Rinnovabili.it) – I primi laureati in Food Safety and Food Risk Management sono arrivati al traguardo. Il corso di laurea magistrale internazionale è incardinato nel dipartimento di Scienze degli alimenti e del farmaco dell’Università di Parma, che ha il ruolo di coordinatore.

Food Safety and Food Risk Management è offerto in modalità interateneo con Università Cattolica del Sacro Cuore (sede di Piacenza), Università di Modena e Reggio Emilia, Università di Bologna Alma Mater e Università di Ferrara. Il corso è stato attivato nel 2019 e a fine anno si laureeranno circa trenta dei primi trentasette iscritti. Il corso di Food Safety and Food Risk Management ha riscosso un buon successo: nel 2020 gli immatricolati sono saliti a 71 e per l’anno accademico 2021-2022 le richieste stanno ulteriormente aumentando.

Apertura internazionale e competenze

Il percorso è offerto interamente in lingua inglese e caratterizzato da una forte attrazione verso gli studenti internazionali (nel 2021 rappresentano circa il 25% del totale). Il primo anno di corso è comune per tutti gli studenti nelle sedi didattiche dell’Università di Parma. Per il secondo anno sono previsti tre differenti curricula: Risk Mitigation, offerto nella sede dell’Università di Piacenza in collaborazione con l’Università di Parma; Agri-Food Safety, offerto nella sede di Reggio Emilia dell’Università di Modena e Reggio Emilia; Risk Management, offerto nella sede dell’Università di Bologna, in collaborazione con l’Università di Ferrara.

Food Safety and Food Risk Management è fortemente sostenuto dalla Regione Emilia-Romagna. Il suo obiettivo è formare un profilo professionale di esperti che abbiano competenze su tutti gli aspetti della sicurezza alimentare e sulla valutazione e gestione del rischio nell’industria alimentare.

Molte le aziende alimentari che hanno dato il loro supporto e fornito importanti indicazioni per la progettazione del corso, tra cui Barilla, Ferrero, Granarolo, Nestlé, Parmalat (Lactalis). Presenti anche associazioni e ordini professionali quali Unione Parmense degli Industriali, Clust-ER Agrifood, Confconsumatori, Ordine dei Tecnologi Alimentari. Tra gli enti e le fondazioni citiamo Stazione Sperimentale per l’Industria delle Conserve Alimentari, Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia Romagna, Sanità veterinaria e igiene degli alimenti (RER).

La forte connotazione internazionale del corso in Food Safety and Food Risk Management è rafforzata dalla presenza di realtà europee quali DIL-German Institute of Food Technologies (Germania), ILVO e Nuscience Group (Belgio) che sono entrate a far parte dell’Advisory Board del corso. Importanti infine le indicazioni fornite dall’EFSA, l’Autorità europea per la sicurezza alimentare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui