A giugno, il riscaldamento globale in Europa ha toccato +2,5°C

Le rilevazioni della National Oceanic and Atmospheric Administration confermano i dati di Copernicus. Per il vecchio continente è stato il 2° giugno più caldo di sempre

Riscaldamento globale: Noaa, a giugno +2,5°C in Europa
L’anomalia termica registrata a giugno 2022. Crediti: Noaa

Tutto l’emisfero nord è andato vicino al record di riscaldamento globale del 2021

(Rinnovabili.it) – Giugno 2022 è il 6° più caldo di sempre con un’anomalia termica di +0,87°C a livello globale rispetto alla media del 20° secolo, ma resta vicinissimo al primato bollente del 2019: li separano solo 0,08°C. E’ la stima sul riscaldamento globale fornita dal Noaa, la National Oceanic and Atmospheric Administration, l’ente americano analogo al Copernicus europeo.

Secondo le serie storiche del Noaa, tutti i 10 mesi di giugno più caldi della storia sono concentrati dal 2010 a oggi. E il mese appena passato è anche il 46° giugno di fila con un’anomalia termica positiva. Un dato interessante da considerare riguarda i record assoluti di temperatura. Ne sono stati registrati in alcune zone della Cina, nell’Oceano Pacifico settentrionale, occidentale e sudorientale, e anche in piccole aree del Medio Oriente e dell’Africa settentrionale.

In definitiva, circa il 7,68% delle superfici terrestri e oceaniche del pianeta ha registrato una temperatura record a giugno. Si tratta della percentuale più alta per il mese di giugno dall’inizio delle registrazioni nel 1951, superando il precedente record stabilito nel 2010 (7,37%)”, sottolinea la Noaa.

Leggi anche Giugno da record in Italia: è stato il 2° più caldo dal 1800

L’ente americano conferma i rilevamenti di Copernicus: per l’Europa è stato il 2° giugno più caldo di sempre. L’anomalia, calcolata sulla media del periodo 1910-2000, è di +2,5°C, mentre dall’inizio dell’anno il riscaldamento globale nel vecchio continente si aggira intorno ai +1,83°C, il 6° dato più alto dall’inizio delle rilevazioni.

Tra i primati segnalati in Europa dalla Noaa figurano i 44 record di temperatura infranti in Norvegia in altrettante località. Tra queste Tromso, la città più grande a nord del circolo polare artico, dove i termometri hanno raggiunto per la prima volta in assoluto i 29,9°C, battendo il primato precedente che risaliva al 1974.

Leggi anche Caldo estremo globale: tutti i record infranti a giugno 2022

L’emisfero settentrionale, nel suo complesso, ha registrato il quinto giugno più caldo in assoluto. Ma la parte terrestre dell’emisfero settentrionale, nota la Noaa, ha avuto un giugno quasi da record, con una temperatura di +1,56°C, solo 0,14°C sotto il record stabilito l’anno scorso.

Articolo precedenteLe imprese attente agli impatti ambientali sono premiate da mercato e consumatori
Articolo successivoUE, serve una giornata per ricordare le vittime del climate change

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui