Solo nel 2022, almeno 20mila morti in Europa per le ondate di caldo estremo

L’estate 2022 è stata la più calda di sempre in Europa e ha visto tre grandi ondate di calore abbattersi sul continente. Dati alla mano, è il 2° anno più letale dopo il terribile 2003

Ondate di caldo estremo: in Europa nel 2022 almeno 20.000 morti
via depositphotos.com

La Francia è il paese più colpito dalle ondate di caldo estremo

(Rinnovabili.it) – Almeno 20.000 morti. Sono i decessi direttamente attribuibili alle ondate di caldo estremo di quest’estate in Europa. Numeri che piazzano il 2022 al secondo posto nella classifica degli anni più letali per morti da calore eccessivo, dietro il 2003 che causò – a seconda dei diversi modi di calcolo – dai 30mila ai 70mila decessi.  

I mesi estivi sono stati i più caldi in Europa da quando esistono le serie storiche. Tra giugno e agosto, l’anomalia termica media ha toccato +1,4°C. In alcuni paesi il termometro è salito anche di più, come in Italia dove si è attestato a +2,06°C. Ma sono le ondate di caldo estremo, protagoniste fin da giugno dell’estate 2022, ad aver causato un numero di decessi così alto.

Leggi anche Caldo record: estate 2022, Europa mai così bollente

La soglia di 20.000 morti è stata superata con l’arrivo dei dati dalla Francia, uno dei paesi più colpiti dal caldo estremo nei mesi scorsi. Qui l’istituto per la salute pubblica nazionale, l’omologo francese del nostro Istituto superiore di sanità, ha contato 10.420 morti in eccesso in estate. Di questi, uno su quattro è avvenuto durante una delle tre ondate di calore più potenti. Mentre la mortalità oltre la norma è stata del 20% più alta nelle regioni dove erano stati diramati allarmi per la canicola.

In Francia si concentra quindi più o meno metà della mortalità da caldo estremo di quest’estate. Gli altri paesi più colpiti dalle ondate di caldo estremo hanno comunque riportato migliaia di decessi sopra la norma, al netto dei morti per Covid-19. In Spagna, l’istituto per la salute Carlos III conta 4.655 decessi, il Portogallo 1.063. L’istituto Robert Koch, l’ISS tedesco, ha rivisto al ribasso le stime iniziali sulle morti da caldo, che restano comunque altissime: circa 4.500.

Leggi anche L’ondata di calore in UK da record era “statisticamente impossibile”

In Inghilterra, sferzata da una heatwave definita “statisticamente impossibile” dagli scienziati del World Weather Attribution, le morti sono 3.271. Se aggiungiamo l’Italia – colpita dal caldo eccessivo, ma in modo minore rispetto a questi paesi – abbiamo, con dati parziali e non ancora validati dall’ISS, almeno 733 decessi in 33 città fino a inizio agosto, con un aumento della mortalità del 21% in queste città durante le due prime settimane di luglio.

Articolo precedenteIncentivi alle imprese per la produzione di batterie, pannelli fv e turbine eoliche
Articolo successivoQualità dell’aria in Europa, nel 2020 oltre 300mila morti premature tra PM2.5, NOx e O3

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui