Inquinamento acustico, il 25% degli europei è esposto a valori sopra la soglia

Oltre 125 milioni di cittadini in Europa sono esposti a livelli di rumore provocato dal traffico stradale superiori a quanto consentito per legge

Inquinamento acustico, il 25% degli europei è sposto al traffico

 

(Rinnovabili.it) – Gli europei devono lottare quotidianamente con l’inquinamento atmosferico Ma chi vive o lavora nelle grandi città deve anche fare i conti con un altro tipo di inquinamento, quello acustico. Secondo il rapporto Il rumore in Europa 2014 pubblicato proprio in questi giorni dalla Agenzia Europea per l’Ambiente, un europeo su quattro è esposto ogni giorno a livelli acustici superiori alla soglia prevista dalla norma comunitaria, con conseguenti effetti, diretti e indiretti, sulla salute.

 

La principale fonte di questo problema è il traffico stradale urbano, seguito dall’apporto “acustico” di ferrovie, aeroporti e industria. Il documento ha analizzato l’esposizione a livelli di rumore e i connessi problemi sanitari ed ambientali rivelando che oltre 125 milioni di cittadini sono esposti a livelli dannosi di inquinamento acustico, e ben 8 milioni soffrono di disturbi del sonno legati al rumore.  Il rumore del traffico infastidisce quasi 20 milioni di europei e disturba il sonno di ben otto milioni. Nel dettaglio il rumore ambientale è legato anche a circa 43.000 ricoveri, 900.000 casi di ipertensione e fino a 10.000 morti premature ogni anno, secondo le stime dell’Agenzia.

 

Il dato conferma quanto valutato negli anni passati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità: i dati dell’associazione rivelano, infatti, che il 65 % degli europei che vivono in grandi zone urbane è esposto a livelli elevati di rumore. In un precedente rapporto sull’impatto sanitario del rumore in Europa, pubblicato nel 2011 dall’OMS in collaborazione con il JRC della Commissione europea, viene addirittura stimato che la quantità di anni di vita “sana” persi a causa del rumore dai cittadini dell’Europa occidentale sia di almeno un milione. Ovviamente le città più grandi sono anche quelle più rumorose e l’Agenzia ambientale consiglia di inserire l’aspetto dell’inquinamento acustico tra li elementi clou delle pianificazione e costruzione di nuove infrastrutture.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui