Ecopneus sustainability partner del Festival dello Sport 2020

In questa edizione i campi da gioco per il basket 3 contro 3 sono stati realizzati dalla società consortile impiegando gomma riciclata

Ecopneus
Campo realizzato con gomma riciclata

L’economia circolare rafforza il legame con lo sport grazie ad Ecopneus

(Rinnovovabili.it) – Il Festival dello Sport 2020 è partito. Per tre giorni, fino all’11 ottobre, racconterà le varie discipline dello sport attraverso le voci dei campioni più amati. Anche quest’anno il Festival – organizzato dalla Gazzetta dello Sport e Trentino Marketing con la collaborazione della Provincia Autonoma di Trento – si svolgerà all’insegna della sostenibilità. Da tre anni a questa parte Ecopneus è sustainability partner della manifestazione. In questa edizione i campi da gioco per il basket 3 contro 3 sono stati realizzati da Ecopneus in gomma riciclata. Lo scorso anno Ecopneus aveva realizzato per il Festival dello Sport i campi da basket e da volley in gomma riciclata da pneumatici fuori uso.

Ecopneus è il principale operatore della gestione di Pneumatici Fuori Uso (i PFU) in Italia: ogni anno coordina la raccolta e il riciclo di oltre 200.000 tonnellate di pneumatici. Da riciclo si ricava la gomma per realizzare campi da calcio, playground per il basket, campi da pallavolo, superfici polivalenti, aree gioco, pavimenti per palestre che garantiscono altissime prestazioni. 

Questa di Ecopneus per lo sport è un’applicazione concreta di economia circolare al servizio dei cittadini: dai rifiuti si ricava materiale per la riqualificazione di spazi urbani e luoghi di aggregazione.

Leggi anche 220 mila tonnellate di Pneumatici Fuori Uso raccolte nel 2019

In questa edizione del Festival dello Sport la presenza di Ecopneus è significativa. Un forte impegno dell’azienda in ricerca e sviluppo per mettere a punto un materiale adatto al basket 3 contro 3, disciplina che sta diventando sempre più popolare, tanto che debutterà alle Olimpiadi 2021 a Tokyo. È stato creato un manto elastico ma non troppo per non affaticare gli atleti ma nello stesso tempo in grado di garantire un ottimo rimbalzo del pallone e il giusto ritorno dell’energia elastica. Una combinazione che permette agli atleti di muoversi e giocare in totale sicurezza.

Giovanni Corbetta, direttore generale di Ecopneus, è molto orgoglioso del risultato ottenuto grazie alla collaborazione di un team di professionisti di rilievo come Giacomo “Gek” Galanda (ex-capitano della nazionale di basket, oro agli europei di Parigi del 1999 e argento alle olimpiadi di Atene nel 2004), l’esperto di biomeccanica Mauro Testa, alcune aziende specializzate in pavimentazioni in gomma riciclata. 

Leggi anche A Bari il basket sposa l’ambiente con i campi in gomma riciclata

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui