Siemens Gamesa lancia la prima pala eolica riciclabile mai prodotta al mondo

Grazie all’uso di una nuova resina, la tecnologia eolica potrebbe definitivamente chiuder il cerchio del suo ciclo produttivo

pala eolica riciclabile
Credits: Siemens Gamesa

Le prime pale “circolari” saranno testate in una fattoria eolica offshore in Germania

(Rinnovabili.it) – Gli aerogeneratori potrebbero presto divenire un gioiello dell’economia circolare. Ad aprire la strada, la multinazionale spagnola Siemens Gamesa con l’innovativa RecyclableBlade, prima pala eolica riciclabile mai realizzata al mondo. Un prodotto innovativo pronto già oggi per un utilizzo commerciale nel settore offshore.

Leggi anche Papilio, il lampione eolico che non danneggia gli insetti

L’energia eolica è uno dei cavalli della transizione ecologica mondiale, ma come tutte le tecnologie energetiche non è perfetta. Intermittenza della fonte a parte, uno dei maggiori problemi con cui si sta confrontando l’industria sono i suoi rifiuti. E più precisamente le vecchie pale. Questi elementi sono generalmente costituiti da polimeri rinforzati con fibra di vetro e accoppiata a legno di balsa tramite una resina epossidica o una schiuma polimerica. E in aree particolarmente sollecitate dal lavoro meccanico, potrebbe esservi anche un’aggiunta di fibra di carbonio. Il legame tra questi materiale è estremamente forte. D’altra parte deve esserlo per permettere alle pale di raggiungere velocità superiori ai 250 chilometri all’ora senza disintegrarsi o danneggiarsi. Ma se questo mix di materiali ibridi si è rivelato un vantaggio per la produzione energetica, per lo smaltimento ha operato in senso opposto: è estremamente difficile separare i singoli componenti.

 Come è fatta la nuova pala eolica riciclabile?

Tra i tanti progetti nati per affrontare la questione, il primo a raggiungere la maturità è quello di Siemens Gamesa. La nuova tecnologia RecyclableBlade permette la separazione dei materiali alla fine del ciclo di vita e il loro riciclaggio in nuove applicazioni. La pala eolica riciclabile arriva da una combinazione di materiali fusi insieme alla resina per formare una struttura leggera resistente e flessibile. La formula chimica di questa resina permette di separarla efficacemente dagli altri componenti attraverso un processo delicato che protegge i singoli componenti.

Le prime sei pale eoliche riciclabili, lunghe 81 metri, sono state prodotte nei giorni scorsi nello stabilimento di Aalborg, in Danimarca. “È arrivato il momento di affrontare l’emergenza climatica e di farlo in modo olistico. Nella pionieristica circolarità eolica […] abbiamo raggiunto un traguardo importante per una società che pone al centro la cura dell’ambiente”, afferma Andreas Nauen, CEO di Siemens Gamesa. La società si è impegnata con RWE ad installare e monitorare le prime turbine dotate della nuova pala eolica riciclabile, in Germania, presso la wind farm marina di Kaskasi. I piani attuali prevedono che il progetto produca energia dal 2022 in poi.

Leggi anche Completare la circolarità del settore eolico garantendo una seconda vita alle pale

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui