Lotta ai rifiuti: sei “azioni” che meritano un premio

Si è tenuta il 31 marzo a Napoli la cerimonia di premiazione della Settimana Europea per la riduzione dei Rifiuti edizione 2016, svoltasi dal 19 al 27 novembre in tutta Europa

Lotta ai rifiuti: sei “azioni” che meritano un premio

 

(Rinnovabili.it) – Hanno portato avanti azioni di sensibilizzazione nella lotta ai rifiuti, coinvolgendo i cittadini – soprattutto quelli più giovani – in innovative attività di prevenzione. E per il loro impegno sono stati premiati lo scorso venerdì a Napoli. Parliamo dei vincitori italiani della competizione lanciata dalla Settimana Europea per la riduzione dei Rifiuti edizione 2016: Pubbliche Amministrazioni, Imprese, Associazioni ma anche semplici Istituti scolastici e Cittadini che si sono impegnati nella riduzione dell’impatto ambientale dei rifiuti.

 

La cerimonia di premiazione ha avuto luogo presso la Sala Giunta del palazzo comunale di Napoli, grazie al supporto del Ministero dell’Ambiente, degli sponsor della SERR – CONAI e Consorzi di Filiera (Corepla, Comieco, Coreve, Cial, Rilegno, Ricrea), e del Comitato Promotore (UNESCO, AICA, Utilitalia, Anci, Legambiente, Città Metropolitana di Roma e Città Metropolitana di Torino). Qui il Comitato Promotore nazionale della SERR, a cui è spettato il compito di designare i migliori Action Developer, ha consegnati i sei riconoscimenti e una menzione speciale. Riconoscimenti che, in linea con lo spirito dell’iniziativa, sono stati realizzati da alcuni dei Consorzi di Filiera e dall’Istituto “Solero – Bertone” di Saluzzo con materiale di recupero.

 

Tra i vincitori della SERR2016, nella categoria Associazioni ha trionfato La merenda come una volta di Plastic Food Project, Umbria, finalizzato a recuperare le tradizioni del passato per tagliare sprechi e rifiuti. Da questa riflessione è nata l’idea di rendere partecipi i bambini di una scuola intera per creare un legame tra passato e futuro facendo rivivere ai bambini quella che era la merenda dei nonni “pane e pomodoro”, semplice, buono, ma soprattutto ecologico. Il percorso verso un’alimentazione più sana ha condotto ad un’effettiva riduzione dei rifiuti, in questo caso degli involucri delle merendine preconfezionate.

 

Il progetto di Lazio Ambiente, dal titolo «Libri in Pedana», si è aggiudicato la vittoria nella categoria Imprese. Proposto perseguendo il primario obiettivo di sensibilizzare i cittadini e gli operatori commerciali sul riuso ed il riciclo degli imballaggi, il progetto mirava a riutilizzare i pallet da imballaggio e creare delle “mini-librerie” pronte all’uso per i libri abbandonati nelle cantine.

 

Il progetto #iononspreco è valso il primo posto nella categoria PA, al comune di Tollo, ideatore e promotore. L’azione ha visto coinvolti gli insegnati e i cuochi della Scuola dell’Infanzia Statale del comune abruzzese nella campagna “A mensa #iononspreco”: durante ogni pasto gli avanzi che possono essere conservati vengono messi in appositi contenitori e consumati il giorno successivo. Inoltre la scuola è stata dotata di una compostiera, è stata realizzata una brochure artistica e sono stati realizzati degli eventi di sensibilizzazione rivolti alla cittadinanza.

 

Low Cost Park Design dell’Istituto Comprensivo Statale “Leonardo Da Vinci” in Sicilia ha vinto nella categoria Scuole: il progetto è dedicato ad attività mirate con le scuole dell’infanzia e della primaria in un “parco giochi” realizzato con materiali di recupero o riciclati. A ciò sono poi stati abbinati dei momenti di laboratori formativi su ambiente e raccolta differenziata. Inoltre è stato organizzato un open-day rivolto alle famiglie con conferenza volta a sensibilizzare sulla riduzione dei rifiuti, spettacolo di cantastorie e degustazione di prodotti tipici.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui