Raccolta vetro, un “Piano Straordinario” per il Mezzogiorno

Presentato oggi il nuovo progetto di promozione della raccolta differenziata del vetro voluto da CoReVe. Fino a 3 milioni di euro stanziati

Raccolta vetro, un “Piano Straordinario” per il Mezzogiorno

 

(Rinnovabili.it) – Nel 2015 la raccolta differenziata del vetro è cresciuta in maniera sensibile in Italia. Un più 3,5% che ha fatto sentire i suoi effetti anche sul tasso di riciclo – il rapporto fra quanto riciclato e l’immesso al consumo – passato dal 70,3% al 70,9%. Non tutte le regioni d’Italia, però, corrono alla stessa velocità. Se il Nord mostra oggi una raccolta pro capite di 39,4 kg per abitante, seguita dal Centro con 26,4 kg/ab, il Sud è ancora molto indietro: nelle regioni meridionali il valore medio è di 19,7 kg/ab, spinto in alto dalla Sardegna (38,7 kg/ab), dall’Abruzzo (29,3 kg/ab) ed anche dalla Campania (26 kg/ab), regioni che compensano il risultato della Sicilia (6,9 kg/ab). Per spronare nel 2017 le regioni in ritardo ad attivarsi e a fare squadra, CoReVe (Consorzio Recupero Vetro) ha lanciato oggi il “Piano Straordinario Incentivazione Sud”.

Il progetto stanzia complessivamente fino a 3 milioni di euro per Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia e Sicilia. Per favorire lo spirito di squadra il meccanismo prevede che l’obiettivo da perseguire sia a livello regionale e che saranno premiati tutti gli operatori convenzionati che avranno concorso a raggiungerlo.
La soglia minima per ottenere il premio è un aumento di +10% delle tonnellate raccolte in convenzione nella regione rispetto al 2016. Se l’aumento sarà maggiore il premio per ogni singola tonnellata sarà più consistente e crescerà progressivamente fino all’aumento delle quantità di +30%.
Se un operatore dovesse incrementare le sue quantità, nella regione, di una percentuale maggiore di quella regionale e un altro operatore presentasse un aumento percentuale inferiore, avendo la regione raggiunto l’obiettivo, entrambi sarebbero premiati con il bonus previsto per l’aumento regionale raggiunto. Il piano mira ad incrementare il recupero dei rifiuti di imballaggio in vetro nelle regioni coinvolte di 60.000 tonnellate all’anno, cioè mediamente di circa 3 kg/abitante. Considerando che il peso medio dell’imballaggio tra bottiglia e vasetto è di circa 280 grammi, il target può essere raggiunto intercettando qualcosa come 11 imballaggi in più per abitante in un anno.

 

“Gli attori coinvolti nel processo di raccolta – spiega Franco Grisan, Presidente di , CoReVe – sono molteplici e di diversa natura: Comuni o loro aggregazioni sovracomunali, gestori della raccolta privati e pubblici, piattaforme di stoccaggio del materiale. È necessario pertanto che questi facciano squadra mettendo in campo tutte le proprie risorse”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui