Dal riciclo dei mozziconi di sigaretta i mattoni super isolanti

Un team della RMIT University dimostra che mattoni contenenti un 1 per cento di mozziconi di sigaretta sono in grado di ridurre i costi energetici di produzione

Dal riciclo dei mozziconi di sigaretta i mattoni super isolanti

 

(Rinnovabili.it) – Mozziconi di sigaretta, un rifiuto piccolissimo ma estremamente dannoso per l’ambiente. Se consideriamo il numero di bionde fumate in un anno solo in Italia, il peso ambientale che ne risulta appare imponente: le cicche portano con sé 324 tonnellate di nicotina, 1872 milioni di becquerel di Polonio 210, 1800 tonnellate di composti organici volatili, 21,6 tonnellate di gas tossici e 1440 tonnellate di catrame e condensato.

 

C’è da anni però chi sta adoperando nella messa a punto di sistemi innovativi per dare una seconda vita anche a questo tipo di rifiuto. E’ il caso del dottor Abbas Mohajerani, ingegnere presso la RMIT University in Australia, inventore di un nuovo metodo per il riciclo dei mozziconi di sigaretta in elementi edilizi ad alte prestazioni.

Abbas-with-bricks-1220x732-670x388Ho sognato per anni la possibilità di trovare metodi sostenibili e pratici per risolvere il problema dell’inquinamento da sigaretta”, spiega Mohajerani. L’ingegnere, assieme al suo team, ha scoperto come incorporare le cicche nella normale linea di produzione dei mattoni e ottenere così un doppio risultato: da una parte eliminare rifiuti difficili da smaltire e dall’altra rendere la fabbricazione dei laterizi più economica e a minor intensità energetica. “Circa 6000 miliardi di sigarette vengono prodotte ogni anno” regalando al Pianeta 1,2 milioni di tonnellate di rifiuti contenenti metalli pesanti e altri componenti chimici dannosi.

Queste cifre sono destinate ad aumentare di oltre il 50 per cento entro il 2025, a causa principalmente della crescita della popolazione mondiale”, afferma lo scienziato. “Questa ricerca dimostra che se solo il 2,5 per cento della produzione annuale di mattoni annuale al mondo incorporasse l’1% di mozziconi di sigaretta, potremmo compensare completamente la produzione annuale di sigarette a livello globale”.

 

Ma come può un rifiuto pericoloso essere riciclato in sicurezza in un prodotto di largo consumo? La risposta, affermano gli scienziati, è nel processo stesso di incorporazione delle cicche nei mattoni. Durante la cottura, i metalli pesanti e altre sostanze inquinanti sono intrappolati e stabilizzati nei mattoni, riducendo i problemi causati dalla lisciviazione.

Il risultato sono mattoni più leggeri con migliori proprietà di isolamento. Il processo richiede fino al 58% di energia in meno rispetto ai processi di tradizionali di fabbricazione.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui