Alstom valuta l’acquisizione delle sue attività nell’energia da parte di GE

L’operazione proposta permetterebbe ad Alstom, società quotata nel mercato di Parigi, di rifocalizzarsi sulle sue attività nel Trasport

o.207929(Rinnovabili.it) – Il Consiglio di Amministrazione di Alstom ha annunciato oggi di aver ricevuto un’offerta vincolante da General Electric (GE) per acquisire le sue attività nell’energia. Lo scopo della transazione comprende i settori Thermal Power, Renewable Power e Grid, così come Corporate e  Shared Services. Con 65.000 dipendenti, questi settori hanno registrato € 14,8 miliardi di fatturato nell’anno fiscale 2012/13. Il prezzo proposto è un prezzo fisso che rappresenta un Equity Value di € 12.35Mld e di un Enterprise Value  di € 11,4Mld, o di 12,2x FY13 EBIT .

Se questa offerta venisse approvata e completata, Alstom potrebbe rifocalizzarsi sulle attività del settore Transport, nelle quali è un leader globale. Alstom utilizzerebbe i proventi della vendita per rafforzare la propria attività nel Transport e fornirgli i mezzi per uno sviluppo ambizioso, rimborsare il suo debito e remunerare gli azionisti.

Il Consiglio di Amministrazione di Alstom, riconoscendo all’unanimità i meriti strategici e industriali di questa offerta e dopo aver preso atto degli impegni annunciati pubblicamente da GE, ha deciso di costituire un Comitato indipendente, guidato da Jean-Martin Folz, per rivedere entro la fine di maggio l’operazione proposta, considerando gli interessi di tutte le parti coinvolte, tra cui lo Stato francese. Patrick Kron e il Comitato si confronteranno con i Rappresentanti dello Stato francese per tenere in considerazione le loro opinioni.

Qualora il Consiglio si pronunciasse positivamente, si procederà a informare e consultare gli organi di rappresentanza dei lavoratori Alstom prima della stipula dell’accordo definitivo.
Il completamento della transazione sarebbe soggetta al controllo delle concentrazioni e agli altri vincoli regolamentari. In conformità con il codice AFEP-Medef, l’approvazione finale della transazione sarà sottoposta agli azionisti. Bouygues, azionista al 29% di Alstom, si è impegnato a non vendere le sue azioni fino a tale approvazione e ha dichiarato che sosterrà la raccomandazione del Consiglio di Amministrazione di Alstom.

Nel contesto di questa offerta vincolante, Alstom non può sollecitare offerte da parte di terzi per l’acquisizione di tutto o parte della propria attività nell’energia. Si è tuttavia riservata il diritto di rispondere alle offerte non sollecitate per tutta la sua attività nell’energia e di impegnarsi in discussioni con gli offerenti che dimostrino un serio interesse che potrebbe portare ad un’offerta superiore per Alstom. Se, dopo aver raccomandato l’offerta di GE, dopo la sua revisione, il Consiglio di Amministrazione dovesse sostenere un’altra transazione, Alstom dovrebbe a GE un break-up fee pari all’1,5 % del prezzo di acquisto.

Il Consiglio ha inoltre esaminato una dichiarazione di interesse ricevuta da Siemens, riguardante una transazione alternativa. Siemens avrà un equo accesso alle informazioni necessarie per presentare, qualora decidesse di farlo, un’offerta vincolante. Questa dichiarazione sarà riesaminata alla luce degli interessi aziendali di Alstom e dell’interesse di tutte le parti coinvolte, in conformità con gli impegni assunti.

Patrick Korn, presidente e amministratore delegato di Alstom, ha commentato: “La combinazione delle attività nell’energia di Alstom e GE, molto complementari tra loro, creerebbe una realtà più competitiva, in grado di fornire un servizio migliore alle esigenze dei clienti. I dipendenti di Alstom si unirebbero a un famoso leader a livello mondiale, con i mezzi per investire nelle persone e nella tecnologia, per supportare i clienti del settore dell’energia in tutto il mondo, nel lungo termine. L’operazione proposta consentirebbe ad Alstom di sviluppare la propria attività nel Tran sport come società autonoma, con un bilancio solido per sfruttare le opportunità del dinamico mercato del trasporto ferroviario”.

GE, strutturata per realizzare pienamente il valore delle persone e delle tecnologie di Alstom nel settore energia

GE e il settore dell’energia di Alstom hanno offerte complementari nel Power e nel Grid.

–    Nel Thermal Power, Alstom e GE hanno offerte complementari nella tecnologia delle turbine a vapore e a gas. Alstom aggiungerà le sue competenze nel BOP e nei sistemi chiavi in mano per rafforzare l’offerta combinata nell’energia.

–    Nel Wind, Alstom è troppo piccola nell’onshore ma ha sviluppato una buona offerta nell’offshore, mentre GE è focalizzata sull’onshore.

–    Nell’Hydro Power, Alstom è un attore globale di primo piano e GE non è presente.

–    Nel Service, il portafoglio completo di Alstom si combina perfettamente con la presenza globale di GE.

–    Nel Grid, Alstom e GE sono complementari nell’offerta di prodotti e soluzioni e nella presenza geografica.

La combinazione delle attività nell’energia di Alstom e GE potrà fornire ai clienti la più completa e avanzata gamma di soluzioni, generando sinergie significative e una crescente capacità di investire in tecnologia.

Alstom rimarrebbe una società quotata focalizzata sul Transport

Con sede a St Ouen, il settore Transport ha generato €5,5 miliardi di fatturato nell’anno fiscale 2012/13, è presente in 60 paesi e ha 27.000 dipendenti di cui 9.000 in Francia.
Alstom ha le sue radici nel settore dei trasporti, consolidate in 100 anni di storia. Alstom Transport è un leader globale negli equipaggiamenti per il trasporto ferroviario, nei sistemi, servizi e segnalamento per il trasporto urbano, suburbano, regionale, nazionale e merci.

L’operazione proposta permetterebbe ad Alstom, società quotata nel mercato di Parigi, di rifocalizzarsi sulle sue attività nel Trasport e fornirebbe ad Alstom Transport la forza finanziaria per accelerare il suo sviluppo in un mercato in crescita, con solidi fondamenti guidati da crescita economica, progressiva urbanizzazione e rispetto verso l’ambiente. Guidata dal suo attuale management e con Bouygues come azionista a lungo termine, Transport sarebbe ben posizionata per crescere.

“Grazie alla sua riconosciuta leadership tecnologica, alla presenza industriale globale unita ad un solido bilancio, Alstom Transport sarebbe potenzialmente in grado di cogliere le opportunità di crescita in questo mercato dinamico”, ha dichiarato Henri Poupart-Lafarge, Presidente di Alstom Transport.