Sinergia porta l’innovazione energetica nell’agroalimentare

L’iniziativa coinvolge 8 partner di 6 paesi diversi che, sotto il coordinamento dell’ENEA, svilupperanno strumenti e metodi per supportare le imprese nel risparmio energetico

Sinergia porta l’innovazione energetica nell’agroalimentare(Rinnovabili.it)- L’innovazione energetica fa il suo ingresso nella filiera agroalimentare grazie a SINERGIA, nuovo progetto di ricerca, cofinanziato dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale – Programma transnazionale MED. L’iniziativa nasce da un semplice assunto: oggi per le aziende agroalimentari i costi dell’energia legati ad alcuni processi – come  pastorizzare, essiccare raffreddare, riscaldare – possono essere molto rilevanti. Nonostante rappresenti un elemento cruciale per la competitività delle imprese, le aziende di piccole dimensioni e prive di competenze specifiche in campo energetico sono spesso più concentrate nella cura della qualità dei prodotti, della sicurezza e del marketing.

 

Ecco perché il Progetto SINERGIAsi propone di trasferire modelli di efficienza energetica e di diffondere le tecnologie rinnovabili alle PMI del settore agro-alimentare dell’area mediterranea con l’obiettivo di ridurre i loro consumi energetici e migliorare la propria competitività. L’iniziativa coinvolge 8 partner di 6 paesi diversi che, sotto il coordinamento dell’ENEA,  svilupperanno strumenti e metodi per supportare le imprese a divenire consapevoli delle opportunità di innovazione e risparmio  e a conoscere il come poterlo fare. In questo ambito i partner del progetto hanno organizzato un workshop internazionale presso il 17 salone internazionale dell’alimentazione (CIBUS) che si terrà a Parma dal 5 all’8 maggio prossimi. Il workshop ha lo scopo di far conoscere le innovazione e le applicazioni concrete al settore agroalimentare delle tecnologie dell’efficienza energetica  e l’integrazione delle rinnovabili nel ciclo produttivo.