35 mln per ELENA, lo strumento di assistenza energetica locale

Nuovi finanziamenti dalla Commissione europea alla European Local Energy Assistance. Ostros (BEI): “I nostri esperti identificheranno i progetti in cui le sovvenzioni ELENA faranno davvero la differenza”.

elena
Foto di Nicole Köhler da Pixabay

ELENA fornisce assistenza allo sviluppo di progetti a livello locale, regionale e nazionale

(Rinnovabili.it) – Nuova iniezione di fiducia per ELENA, lo strumento di assistenza energetica locale, lanciato nel 2009 dalla Banca Europea per gli Investimenti (BEI). La Commissione europea ha stanziato in questi giorni altri 35 milioni di euro per l’iniziativa, rafforzando l’accordo sottoscritto con l’istituto bancario. Le risorse saranno incanalate su progetti energetici in ambito edilizio e dei trasporti con l’obiettivo di stimolare nuovi investimenti nell’efficienza energetica e nelle fonti rinnovabili.

“Accelerare gli investimenti nell’efficienza energetica in tutti i settori è fondamentale, se vogliamo ridurre le emissioni di carbonio e mitigare il cambiamento climatico”, ha affermato Thomas Östros, Vicepresidente della BEI responsabile per l’energia. “Negli ultimi 11 anni ELENA ha dimostrato che un valido supporto tecnico è importante per la mobilitazione degli investimenti e l’attuazione dei progetti”.

La riduzione dei consumi energetici è un obiettivo centrale del Green Deal europeo, che mira a ridurre il fabbisogno UE del 32,5% entro il 2030. Lo Stato dell’Unione 2020 ha impostato diverse spinte per questa ambizione, ad esempio attraverso iniziative politiche come il Renovation Wave, che punta a raddoppiare i tassi annuali di riqualificazione energetica in edilizia nei prossimi dieci anni.  Ciò si collega direttamente a due dei tre portafogli di progetti sostenuti da ELENA (efficienza energetica; residenziale sostenibile; mobilità e trasporti sostenibili)

Attraverso queste tre aree, l’iniziativa si è affermata come la struttura di supporto di riferimento per i progetti di riqualificazione energetica e risparmio del settore pubblico e privato. I suoi beneficiari includono autorità governative centrali, regionali e locali, agenzie per l’energia e sportelli unici, banche e altri intermediari finanziari ed enti privati. “L’efficienza energetica è il principio guida della politica energetica dell’UE e un principio centrale del Green Deal europeo”, ha commentato la commissaria europea per l’energia, Kadri Simson. “L’energia più pulita è l’energia che non utilizziamo. Oltre ad essere ecologici, gli investimenti in ristrutturazioni, riscaldamento, illuminazione e trasporti porteranno anche miglioramenti tangibili alla vita delle persone. La collaborazione con BEI ed ELENA garantisce che i migliori progetti vengano distribuiti vicino ai cittadini”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui