Contatori intelligenti: il Giappone ne avrà presto uno in ogni casa

Istallare smart meter in ogni casa e ufficio del paese. Questo il progetto da attuare entro il 2030 per limitare gli sprechi

contatori intelligenti

 

(Rinnovabili.it) – Seguendo l’esempio del Regno Unito, e di altri paesi che si stanno prodigando per la riduzione dello spreco energetico, il Giappone ha in mente un piano per l’istallazione di contatori intelligenti che riescano ad ottimizzare i consumi. Ogni abitazione e tutti gli uffici saranno presto dotati di smart meter in grado di mettere in evidenza i consumi e aiutare i cittadini ad impiegare al meglio la potenza della rete. Per ottenere al più presto i risultati sprecati il governo giapponese sta preparando un piano d’azione a base di energia pulita da presentare alle Nazioni Unite come parte degli sforzi del paese per seguire le negoziazioni in tema di riduzione delle conseguenze del cambiamento climatico, che appunto include l’istallazione di contatori intelligenti in ogni edificio entro il 2020.

Il rapporto che evidenzia l’impegno giapponese, redatto da Bloomberg Finance, conferma la volontà del paese di continuare ad investire per la diffusione degli impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili  per ridurre ulteriormente la dipendenza dalle centrali nucleari soprattutto a seguito dei problemi registrati a seguito degli incidenti riscontrati alla centrale di Fukushima. Per questa ragione il paese sta cercando di istallare entro il 2030 5,3 milioni di celle a combustibile nelle case.

Nonostante l’annuncio dei nuovi piani green rimane tra i gruppi ambientalisti la preoccupazione che l’annuncio rilasciato durante l’incontro Onu di Varsavia riguardanti la riduzione degli obiettivi di riduzione delle emissioni inquinanti possa danneggiare il paese e la sua economia, manovre rese necessarie dalla disattivazione della centrale nucleare che ha portato il Giappone a dover aumentare aumentare la produzione inquinante di energia per soddisfare le necessità della nazione.