Efficienza energetica in edilizia, la basilicata ci scommette 10 mln

Sarà l’Isee a determinare l’ordine di ammissibilità delle domande per accedere agli incentivi. Privilegiate le famiglie con redditi più bassi

decreto efficienza energetica(Rinnovabili.it) – La Basilicata è pronta a scommettere sull’efficienza energetica. Per farlo ha stanziato un fondo da 10 milioni di euro da destinare ad interventi di efficientamento e istallazioni di impianti a fonti rinnovabili, dedicati alle famiglie. Il bando è stato presentato proprio in questi giorni ai sindaci del territorio dal presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, che così spiega la scelta dell’amministrazione: “L’efficientamento energetico è, assieme all’innovazione tecnologica, uno di quegli assi strategici su cui intendiamo concentrare le risorse recuperate anche attraverso una cura dimagrante delle spese regionali. L’intento del bando, i cui fondi in futuro potranno essere incrementati, è quello di favorire la ripresa della microeconomia locale e di aiutare le famiglie, consentendo contestualmente, attraverso  il risparmio dei consumi e l’aumento della produzione di energia da rinnovabili, il raggiungimento degli obiettivi europei in termini di risparmio energetico e delle emissioni di CO2 entro il 2020”.

 

Dal 17 novembre 2014 al 15 gennaio i cittadini potranno presentare le istanze per accedere ai contributi il cui ordine di ammissibilità verrà determinato dall’Isee (Indicatore situazione economica equivalente) del beneficiario. Ai fini della graduatoria, la priorità sarà riservata, oltre alle famiglie economicamente più disagiate  anche all’artigianato locale (tecnici, installatori, fornitori, etc. ).

Il finanziamento coprirà uno o più interventi massimo finanziabile di 10 mila euro a richiesta spaziando dall’istallazione di impianti fotovoltaici e solari termici a misure di efficientamento e riscaldamento a biomasse. “Per la prima volta – ha detto il presidente della Società Energetica Lucana che gestirà l’avviso, Ignazio Petrone –  la Sel gestisce un’attività rivolta direttamente ai privati. Si tratta di un banco di prova fondamentale dal momento che il contratto di servizio  sottoscritto con la Regione prevede che sia proprio la Società energetica lucana il soggetto gestore di ogni attività rivolta ai cittadini e alle imprese”. 

Articolo precedenteE l’America si rimise in piedi
Articolo successivoRiciclo pfu: la scommessa di due ex dipendenti Dunlop

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui