LED: la Patagonia si illumina di made in Italy

In grado di offrire efficienza, resistenza e consumi ridotti, il nuovo faro LED ENER12 della italiana Muteki verrà istallato a Punta Arenas, in Patagonia

LED(Rinnovabili.it) – Parla italiano il faro LED più efficiente e resistente al mondo. La società del Belpaese Muteki è in procinto di firmare un contratto per la fornitura di 6000 dispositivi che verranno istallati nella municipalità di Punta Arenas, in Patagonia, città più a sud del mondo. Il faro oltre a garantire luminosità ed efficienza è stato testato per garantire la resistenza in uno degli ambienti più ventosi del pianeta. “Con questo progetto inauguriamo la commercializzazione di larga scala di ENER12, il faro LED più efficiente e illuminante sul mercato italiano”, spiega Rolando Bonazza, AD di Muteki. “Abbiamo scelto di stringere un contratto con un fornitore originale e importante come caso studio zero per mostrarne l’applicabilità in un contesto particolare. Questo faro verrà impiegato dai clienti cileni che hanno lunghe giornate senza luce in inverno e quindi devono risparmiare il più possibile sull’illuminazione pubblica.  La robustezza del prodotto è un altro plus: Punta Arenas è considerata una delle città più ventose del mondo; le raffiche possono superare i 100 Km/h mentre le temperature estreme possono raggiungere anche i -20 con gelate anche estive. Hanno scelto i nostri lampioni anche per la loro resistenza e durabilità” ha specificato Bonazza, dichiarandosi pienamente soddisfatto di essere riuscito, insieme alla sua azienda, a dar vita ad un mercato internazionale per l’esportazione dell’efficienza e del made in Italy.

 

Con un design innovativo e un sistema ottico in grado di ottimizzare e indirizzare il fascio di luce ENER12 garantisce la possibilità di illuminare l’area prescelta offrendo maggiore visibilità e sicurezza quando si è alla guida di una vettura utilizzando meno fonti di luce rispetto ad una illuminazione tradizionale e con notevoli risparmi in termini di consumi energetici. Questo faro, che contiamo avrà un buon successo commerciale, date le performance e visti anche i commenti molto positivi di nostri partner come Osram, non sarà prodotto all’estero però. Nei prossimi anni quando saranno ultimati gli ambiti produttivi di Progetto Manifattura avremo tutta la produzione qua a Rovereto, in un luogo rappresentativo della green economy italiana”, ha concluso Bonazza.