Risparmio energetico, attiva la banca dati UE sull’efficienza dei beni

La Commissione europea ha inaugurato l’accesso pubblico al Registro delle etichette energetiche, un ampio database che rende disponibili ai consumatori informazioni sulla prestazione energetica di diversi modelli di elettrodomestici

Risparmio energetico
via depositphotos.com

 EPREL contiene informazioni dettagliate su oltre 1 milione di prodotti

(Rinnovabili.it) – Via libera alla prima banca dati UE per il risparmio energetico. Questa settimana la Commissione europea ha lanciato ufficialmente la versione pubblica di EPREL, il Registro comunitario delle etichette energetiche. Si tratta di uno strumento digitale, pensato per aiutare i consumatori ad orientarsi nell’acquisto di elettrodomestici e apparecchiature elettriche, individuando facilmente quelli più efficienti.

Il database, disponibile on line, contiene già informazioni su oltre un milione di prodotti. In realtà lo strumento attivato in questi giorni rappresenta solo metà dell’EPREL. Il registro è operativo, infatti, dal 2019 con un accesso dedicato ai soli fornitori di elettrodomestici (produttori o loro rappresentanti autorizzati e importatori). Per loro, da ormai tre anni, vige l’obbligo di registrare tutti i modelli di prodotti immessi sul mercato comunitario e soggetti ai requisiti di etichettatura energetica UE. Le informazioni inviate comprendono anche dati tecnici riservati e accessibili solo alle autorità di vigilanza del mercato.

Trovare il risparmio energetico con un click

Ora che il database EPREL è stato reso pubblico, i consumatori avranno uno strumento online gratuito e disponibile in tutte le lingue ufficiali dell’UE, in grado di aiutarli ad orientare i nuovi acquisti nella direzione del risparmio energetico.

I prodotti coperti dal Registro appartengono alle seguenti categorie:

  • Condizionatori d’aria
  • Apparecchi da cucina (domestici)
  • Lavastoviglie domestiche
  • Impianti di riscaldamento
  • Lampadine e lampade
  • Stufe 
  • Frigoriferi e congelatori (domestici)
  • Refrigeratori (professionali)
  • Frigoriferi con funzione di vendita diretta
  • Caldaie a combustibile solido
  • Display elettronici (TV, monitor, segnaletica)
  • Asciugatrici
  • Unità di ventilazione (residenziali)
  • Lavatrici (domestiche)
  • Pneumatici

Oltre alle informazioni standardizzate sui singoli prodotti, l’interfaccia pubblica contiene opzioni di ricerca e una funzionalità che mostra automaticamente statistiche aggiornate e “in tempo reale” sul numero e sulla quota di modelli in ciascuna classe di efficienza per qualsiasi categoria di prodotto o sottoselezione. I risultati possono essere ordinati fino a 3 parametri contemporaneamente. Questa funzione aiuterà anche le autorità pubbliche ad attuare gli appalti pubblici verdi (come richiesto dalla direttiva sull’efficienza energetica) e altre politiche di promozione del risparmio energetico.

Articolo precedenteFotovoltaico a fine vita, Enel cerca tecnologie innovative per il riciclo
Articolo successivoEmissioni, tutte le novità per ETS, ETS 2 e ESR votate dall’Europarlamento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui