L’UNEP dà il benvenuto alla Global Alliance for Efficient Appliances

Riunendo enti e azoende produttrici l’UNE, per mezzo della nuova Global Alliance for Efficient Appliances and Equipment vuole ridurre i consumi energetici del pianeta

UNEP(Rinnovabili.it) – Arriva dall’Onu il sì alla nuova Global Alliance for Efficient Appliances and Equipment. Il Programma per l’Ambiente delle Nazioni Unite (UNEP) ha annunciato ieri il lancio dell’Alleanza nata per accelerare il passaggio ad elettrodomestici e apparecchiatura altamente tecnologiche e super efficienti in grado di ridurre notevolmente i consumi globali di energia, mitigare il cambiamento climatico e migliorare l’accesso all’energia evitando gli sprechi.

Lampade, condizionatori d’aria, frigoriferi, motori elettrici, ventilatori a soffitto e trasformatori possono concorrere alla riduzione dei consumi energetici per circa il 10%, il che equivale a circa 1,2 miliardi di tonnellate di anidride carbonica l’anno come riferito dall’UNEP e dal suo direttore Achim Steiner. “Il lancio della Global Alliance for Efficient Appliances and Equipment è un passo in avanti, un passo che è diventato un imperativo nel mondo di oggi, dove la domanda di energia è in continuo aumento. L’attuale sistema energetico, con un elevato consumo di combustibili fossili – ha aggiunto Steiner – è un ostacolo agli sforzi globali per attenuare i cambiamenti climatici”.

 

L’Alleanza consiste quindi in un partnerariato pubblico-privato che riunisce organizzazioni intergovernative e non governative, produttori di elettrodomestici e istituzioni finanziarie con lo scopo di fornire ai governi assistenza per lo sviluppo e l’attuazione di strategie nazionali e regionali che siano in grado di favorire la transizione verso prodotti ad alta efficienza energetica.

La nuova partnership globale sostiene la già nota iniziativa concentrata sull’efficienza energetica del Segretario Generale delle Nazioni Unite conosciuta come Sustainable Energy for AllSE4ALL ) sottolineando quanto la cooperazione e la collaborazione tra i paesi sia di fondamentale importanza per ottenre un risparmio energetico significativo e per portare l’energia prodotta da fonti rinnovabili nelle zone più remote.

Articolo precedenteConferenza Onu su clima, quali prospettive?
Articolo successivoLa casa ipogea fusa nel bosco

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui