Il gigante eolico offshore di Siemens Gamesa segna un nuovo record mondiale

Il prototipo di turbina eolica offshore SG 14-222 DD ha prodotto 359 MWh in un periodo di 24 ore, un vero e proprio record per il settore raggiunto operando oltre la propria capacità nominale.

Siemens Gamesa
Credits: Siemens Gamesa

(Rinnovabili.it) – Buone nuove in casa Siemens Gamesa. Dopo aver lanciato sul mercato la prima pala eolica riciclabile, la multinazionale tedesco-spagnola fa parlare di sé per un altro primato. Quello segnato dalla sua SG 14-222 DD, gigantesco aerogeneratore marino con un capacità nominale di 14 MW. La turbina, oggi ancora in fase di sperimentazione presso l’Østerild Wind Turbine Test Field dell’Università tecnica della Danimarca, ha segnato lo scorso 10 ottobre il record mondiale di produzione eolica. Per la precisione il prototipo ha generato 359 MWh in un periodo di 24 ore. Il totale giornaliero riportato è di appena 1 MWh inferiore al massimo teorico di 360 MWh che questa turbina raccoglierebbe se funzionasse alla sua capacità massima. Si tratta di un risultato che scippa alla GE il precedente record di produzione eolica, segnato nel 2020 dalla GE Haliade-X installata nel porto di Rotterdam.

leggi anche Siemens Gamesa lancia la prima pala eolica riciclabile mai prodotta al mondo

https://twitter.com/SiemensGamesa/status/1579409637199482882

Per Siemens Gamesa si tratta di una conferma della bontà delle ultime migliorie apportate. La turbina eolica offshore Direct Drive SG 14-222 DD è stata presentata ufficialmente a maggio 2020 come un vero gioiello di tecnologia. Dotata di un rotore di 222 metri di diametro, pale lunghe 108 metri e una superficie spazzata di ben 39.000 m2, l’aerogeneratore ha prezioso asso nella manica. Parliamo della funzione Power Boost  che permette di portare la potenza di 14 MW nominali fino a 15 MW. Una sola macchina è in grado di fornire energia sufficiente ad  alimentare circa 18.000 famiglie europee ogni anno. Trenta di queste turbine potrebbero coprire completamente i consumi elettrici di una città di oltre 340mila abitanti.

Inoltre, il nuovo colosso offshore è caratterizzato da un basso peso della navicella (500 tonnellate) che consente a Siemens Gamesa di utilizzare in sicurezza una torre e una sottostruttura di fondazione ottimizzate rispetto a una navicella più pesante. I vantaggi? Un minore costo  complessivo grazie alla riduzione dei materiali impiegati e al peso durante il trasporto.

Leggi anche Siemens Gamesa lancia la turbina eolica offshore da record

Articolo precedenteSolo camion elettrici in strada entro il 2035? È possibile
Articolo successivoDecreto Sonde Geotermiche, cosa dicono le nuove regole

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui