Mini eolico, continua la sperimentazione della turbina di Renzo Piano

Il Presidente dell’Autorità Portuale di Genova intende chiedere formalmente la sperimentazione della pala sviluppata in collaborazione con Enel Green Power sulla diga foranea del porto di Genova

il mini eolico di Renzo Piano(Rinnovabili.it) – Il porto di Genova si mette in lizza per essere il nuovo terreno di test di Libellula, l’innovativo mini eolico firmato da Renzo Piano. L’aerogeneratore, progettato dal grande architetto genovese e sviluppato in collaborazione con Enel Green Power, è attualmente in fase di sperimentazione nel campo prova di Molinetto di Pisa, dove ha sede anche il centro ricerche di Enel. I primi due mesi di test hanno prodotto i risultati sperati: una produzione di oltre 1200 kWh, che sono stati immessi direttamente  nella rete di distribuzione.

 

Ed è proprio la notizia del pieno successo della sperimentazione che ha convinto il Presidente dell’Autorità Portuale di Genova ad annunciare di voler chiedere formalmente la sperimentazione della pala sulla diga foranea del porto di Genova. “Cogliendo l’opportunità del fatto che Enel Green Power ha presentato un progetto di eolico sulla diga di Genova che – ricorda Merlo – è attualmente al vaglio della commissione Via della Regione Liguria, credo vi sia la possibilità di migliorare sensibilmente il progetto con l’installazione di queste nuove pale che hanno minor impatto ambientale, generano maggiore energia e rappresentano una straordinaria novità nel campo delle energie alternative”.

 

Estremamente sottile, il nuovo aerogeneratore bipala ha dato prova di riuscir a funzionare anche con venti di bassa intensità. “Nei casi di assenza totale di vento, la pala è in grado di mimetizzarsi ancora di più con l’ambiente circostante riducendosi a una sottile linea verticale data dalla torre, alta 20 metri e con un diametro di appena 35 cm, e dalle due pale verticali, il cui diametro non supera i 16 metri, allineate e a bandiera”, spiega Enel in una nota stampa. La produzione in serie per il mercato italiano sarà sviluppata al termine di questa fase di test, che sarà effettuata ancora per alcuni mesi.