Agrivoltaico mobile, l’inseguitore solare abbraccia le piante

Si adatta a terreni in pendenza e può ospitare sotto i suoi moduli colture diverse, gestendo ogni sezione separatamente.

agrivoltaico mobile
Credits: https://www.axialstructural.com/

I vantaggi dell’agrivoltaico mobile

(Rinnovabili.it) – Il modo più semplice per ottimizzare il rendimento dei moduli fotovoltaici? Impiegare inseguitori solari. Si tratta di dispositivi meccanici in grado di “seguire” automaticamente il sole durante la giornata. Permettendo al pannello di mantenere sempre la migliore inclinazione rispetto ai raggi. Diffusi soprattutto nei grandi impianti fotovoltaici a terra, oggi questi sistemi potrebbero dare una mano ad un altro segmento del fotovoltaico: quello integrato nei campi.

Alcune realtà stanno sperimentando oggi i primi prototipi di agrivoltaico mobile, ossia strutture in grado di unire la produzione agricola con quella del fotovoltaico a tracciamento solare. E c’è anche chi ha lasciato la fase sperimentale per puntare direttamente al mercato. Parliamo di Axial Structural Solution, multinazionale spagnola attiva nella progettazione e produzione di inseguitori solari per impianti fotovoltaici. La società ha realizzato l’Axial AgriTracker, soluzione che combina la tecnologia di tracciamento con le esigenze specifiche delle singole colture coltivate, grazie ad un programma ad hoc incorporato nel sistema elettronico. Il risultato è un agrivoltaico mobile in cui i pannelli possono essere orientati in maniera differente durante il giorno o le stagioni. L’obiettivo è, ovviamente, massimizzare la produzione elettrica e rispondere al contempo alle esigenze colturali modulando luce e ombra. 

Leggi anche Enea lancia la rete italiana dell’agrivoltaico sostenibile

“Tutti i componenti meccanici dell’Axial Agritracker sono sottoposti agli stessi processi di calcolo, analisi e test in galleria del vento utilizzati nei prodotti Axial Tracker, consentendo la regolazione delle dimensioni e l’ottimizzazione del prodotto per le condizioni climatiche di ciascuna area specifica”, spiega la società sul proprio sito.

I vantaggi? Si adatta a terreni in pendenza e può ospitare sotto i suoi moduli colture diverse, gestendo ogni sezione separatamente. Grazie ad un software dedicato, infatti, i proprietari possono impostare la posizione individuale di ogni tracker in tempo reale. La struttura arriva a 6,8 metri di altezza dal terreno per lasciare al disotto il giusto spazio per ogni tipo di macchina agricola. Ma nel contempo, i test i galleria del vento, ne assicurano stabilità e sicurezza. “A differenza dei tradizionali sistemi agrivoltaici statici- aggiunge l’azienda –, Axial AgriTracker consente un utilizzo ottimale dei periodi di luce e ombra, facilitando la crescita ottimale delle colture”.

Leggi anche Pannelli solari trasparenti a concentrazione, nuova idea per l’agrivoltaico

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui