Negli Emirati Arabi Uniti parte la produzione di “alluminio solare”

La fonderia della Emirates Global Aluminium Company ha iniziato ad utilizzare parte dell’energia pulita prodotta dal gigantesco parco solare di Dubai. Un’operazione, ad oggi unica al mondo

alluminio solare
Credits: Emirates Global Aluminium

Il nuovo alluminio solare sarà venduto sul mercato con il nome di CelestiAL

(Rinnovabili.it) – Via libera alla prima produzione al mondo di “alluminio solare“. Ad annunciare l’antesignano progetto sono in questi giorni la Dubai Electricity and Water Authority (Dewa) ed Emirates Global Aluminium (EGA), inaugurando una svolta storica per il settore. L’iniziata prevede di impiegare parte della produzione del Mohammed bin Rashid Al Maktoum Solar Park, il faraonico progetto degli Emirati Arabi Uniti, dalla capacità finale di 2,8 GW.

Leggi anche Dubai: il mega progetto solare si fa ancora più grande

Il parco in questione si sviluppa su un’area totale di 77 km quadrati ed è ancora in fase costruzione. Dal 2013 ad oggi la Dewa ha implementato 1 GW dei 2,8 pianificati, impiegando esclusivamente tecnologia fotovoltaica. Ma a regime il sito dovrebbe ospitare anche impianti di solare termodinamico. Tuttavia, i lavori in corso non hanno impedito all’Authority di iniziare a impiegare l’elettricità prodotta.

È nato così il progetto con EGA e il nuovo CelestiAL, il marchio con cui sarà venduto l’alluminio solare. In base all’accordo stipulato Dewa fornirà alla fonderia 560 GWh l’anno dal Mohammed bin Rashid Al Maktoum Solar Park. L’energia alimenterà la produzione di 40.000 tonnellate di alluminio nel 2021, con la possibilità di espandere ulteriormente il progetto nel futuro. Un’operazione che al momento non ha ancora uguali a livello mondiale.

Leggi anche Scarti di caolino e alluminio per un cemento a basse emissioni

Saeed Mohammed Al Tayer, CEO di Dewa e vice presidente di EGA, ha dichiarato: “Questo risultato  […] conferma il nostro fermo impegno a realizzare la visione di Sua Altezza lo sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum nella costruzione di un’economia verde negli  Emirati Arabi Uniti; e raggiungere gli obiettivi della Dubai Clean Energy Strategy 2050 nella diversificazione delle fonti energetiche”. “L’alluminio – ha aggiunto Abdulnasser Bin Kalban, amministratore delegato di EGA – è un metallo leggero, resistente e infinitamente riciclabile e queste proprietà gli permettono di svolgere un ruolo fondamentale nello sviluppo di un futuro sostenibile. Tuttavia, è importante che anche questo metallo sia sostenibile”. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui