Nuovo record mondiale per celle solari TOPCon di tipo P

LONGi Solar porta l’efficienza di conversione delle sue celle monocristalline al 25,19 per cento

celle solari TOPCon di tipo P
Credits: LONGi

Due nuovi risultati mondiali per le celle solari TOPCon

(Rinnovabili.it) – L’avanzata tecnologia di LONGi non si ferma. Dopo poco più di un mese dai suoi ultimi record mondiali, il produttore cinese ha alzato nuovamente l’asticella delle prestazioni fotovoltaiche con un nuovo primato. Le sue celle solari  TOPCon di tipo P hanno raggiunto un’efficienza di conversione della luce in elettricità del 25,19 per cento. A titolo di confronto il record raggiunto a inizio giugno era del 25,09 per cento. Il nuovo valore è stato confermato, in maniera indipendente, nei test effettuati presso l’Institut für Solarenergieforschung (ISFH); e porta ad nuovo livello le prestazioni delle celle basate su wafer in silicio CZ, ossia ottenuto con il processo di crescita cristallina “Czochralski”.

Leggi anche Efficienza delle celle solari, LONGi batte altri 3 record mondiali

I passi avanti compiuti dalla società riguardano una particolare classe tecnologica: la TOPCon, acronimo di Tunnel Oxide Passivating Contact. Questa soluzione prevede l’introduzione di uno strato sottile di ossido tra i contatti metallici e il wafer di silicio. Uno “stratagemma” per ottenere perdite di ricombinazione superficiale molto basse e un trasporto efficiente del vettore di carica. 

Come tutte le altre unità fv, le celle solari TOPCon possono essere di tipo P o di tipo N, a seconda che siano drogate con atomi che hanno un elettrone in meno rispetto al silicio o con atomi con un elettrone in più. Nel dettaglio il nuovo record LONGi è stato raggiunto nella classe di tipo P, ma l’azienda non fornisce alcun dettaglio in merito al progresso. “Aderiamo da sempre al concetto di sviluppo di un elevato target, scegliendo la giusta direzione, concentrandoci sulla tecnologia leader del settore e cercando di superare i confini creativi, guidando così il cambiamento tecnologico all’interno del settore”, ha commentato il dott. Li Hua, capo del Centro di Ricerca e Sviluppo della società.

Leggi anche Fotovoltaico in Italia, a fine 2020 oltre 935mila impianti solari

 Il produttore cinese ha fatto progredire anche le sue celle TOPCon di tipo N, ma il record è stato rubato per un soffio dal competitor Jinko Solar. La realtà, a fine maggio 2021, ha raggiunto un’efficienza del 25,25 per cento con una cella da 267,4 centimetri quadrati.

1 commento

  1. Se si combinasse le celle solari in titanato di calcio con quelle al silicio, si otterrebbero risultati ancora migliori.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui