Fotovoltaico intelligente, l’IA scende in campo per monitorare gli impianti

ENEA e TeaTek lanciano MARTA, progetto da 4,6 milioni di euro finalizzato a realizzare una piattaforma informatica di gestione di impianti solari e nuovi algoritmi per ottimizzare la produzione energetica

Fotovoltaico intelligente
Photo by CHUTTERSNAP on Unsplash

Gli accordi per l’innovazione sostengono il fotovoltaico intelligente

(Rinnovabili.it) – Non solo efficiente ed economico. Per avere un ruolo di primo piano nella transizione energetica il fotovoltaico deve essere anche intelligente. In altre parole deve adottare i nuovi strumenti dell’innovazione digitale per offrire il massimo delle sue potenzialità. Su questo obiettivo stanno oggi lavorando alcuni ricercatori italiani attraverso il progetto MARTA (Monitoraggio e gestione Avanzata in Rete di impianTi FotovoltAici). L’iniziativa è finanziata con  4,6 milioni di euro dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy (ex-Sviluppo economico) e vede coinvolti ENEA e il gruppo TeaTek. Insieme i partner realizzeranno nuovi strumenti smart per i gestori di grandi e piccoli sistemi fotovoltaici, con l’obiettivo di rendere più semplice l’operatività e incrementare la resa finale.

Come spiega Girolamo Di Francia, responsabile del Laboratorio ENEA  che partecipa al Progetto MARTA, la tecnologia fotovoltaica “è ormai matura e ben consolidata”. “La ricerca deve ora lavorare soprattutto per facilitarne la diffusione e per migliorarne la gestione e la trasmissione sia nel caso di utenti medio-piccoli che nel caso delle grandi centrali di produzione”.

leggi anche Degrado dei moduli fotovoltaici: 13 pannelli a confronto

 Ecco perché uno dei primi obiettivi dell’iniziativa sarà di realizzare speciali dispositivi IoT da applicare ai pannelli solari. Sensori connessi in rete con cui monitorarne la funzionalità e lo stato di salute, utilizzando le informazioni raccolte per sviluppare nuovi algoritmi di intelligenza artificiale votati all’efficenza. I programmi dovranno ottimizzare la produzione elettrica riducendo eventuali perdite. Core progetto sul fotovoltaico intelligente sarà la nuova piattaforma informatica di monitoraggio e gestione degli impianti. I destinatari di questa piattaforma saranno principalmente i gestori di grandi impianti, ma sarà accessibile anche da comunità energetiche rinnovabili e, attraverso una semplice app gratuita, da singoli cittadini titolari di piccoli impianti.

La collaborazione stretta con un importantissimo organo di ricerca come ENEA – dichiara Felice Granisso, CEO del gruppo TeaTek – permette alla nostra azienda di misurarci con le tecnologie più innovative, ed è una sfida esaltante poter lavorare ad un prodotto che, ci auguriamo, partendo dall’Italia, possa avere una diffusione nel mercato globale”.

Articolo precedenteLa crisi climatica ha contribuito alla peggiore alluvione nella storia di Nigeria e Niger
Articolo successivoEffetti economici del Superbonus: secondo il Censis prodotto un valore di almeno 115 mld

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui