Nasce l’Alleanza europea dell’industria fotovoltaica. Obiettivo: 30 GW di pannelli

La nuova European Solar Photovoltaic Industry Alliance promuoverà investimenti in fabbriche solari su larga scala per fornire resilienza e autonomia strategica alla catena del valore del fotovoltaico in Europa

Alleanza europea dell'industria fotovoltaica
via depositphotos.com

Verso una strategia comune per rafforzare l’industria fotovoltaica europea

(Rinnovabili.it) – Aumentare l’indipendenza energetica e riportare la grande industria fotovoltaica in Europa. Con questo obiettivo viene formalizzata oggi l’European Solar PV Industry Alliance, l’Alleanza europea dell’Industria solare. L’iniziativa è figlia della Strategia UE per l’energia solare, piano lanciato dalla Commissione a maggio di quest’anno per installare oltre 320 GW di impianti fotovoltaici entro il 2025 e quasi 600 GW entro il 2030. Due target ambiziosi che, allo stato attuale, significherebbero per il Vecchio Continente fare incetta di celle e moduli prodotti per lo più all’estero. E con tutte le incognite del caso.

Ecco perché l’Esecutivo dell’Unione ha deciso di lanciare un nuovo strumento, riunendo aziende e parti interessate a livello comunitario per aumentare la capacità produttiva di pannelli e componenti fotovoltaici nei propri confini. Diversificando le fonti di approvvigionamento di beni e materie prime. 

Nel dettaglio l’Alleanza europea dell’Industria fotovoltaica lavorerà per supportare gli investimenti in nuove fabbriche su larga scala, puntando a 30 GW l’anno di produzione per ciascun componente solare chiave, entro il 2025. A titolo di confronto, attualmente l’Europa produce solo 4,5 GW l’anno di celle e moduli. 

Il target non è casuale: 30 GW rappresentano infatti, circa il 75% dei pannelli solari necessari in un anno a nuovi progetti fotovoltaici europei, all’attuale tasso di installazione.

I prossimi passi dell’alleanza

Aperta a tutti i soggetti pubblici e privati, l’alleanza elaborerà e attuerà un piano d’azione strategico basato su: l’identificazione dei colli di bottiglia nello scale-up della produzione; l’accesso ai finanziamenti; la realizzazione di un quadro per la cooperazione in materia di sviluppo e adozione; il rafforzamento di partenariati internazionali e catene di approvvigionamento globali resilienti; il sostegno alla ricerca e all’innovazione; lo sviluppo di una forza lavoro qualificata per il settore manifatturiero fotovoltaico.

“La EU Solar PV Industry Alliance rappresenta un riconoscimento fondamentale dell’importanza della costruzione di pannelli solari in Europa”, spiega  Dries Acke, Policy Director di SolarPower Europe. È la maturità della storia manifatturiera europea. L’Alleanza significa che i finanziamenti possono arrivare ai progetti giusti, ma saremo messi in ginocchio se non disporremo di un fondo solare dedicato da utilizzare”.

leggi anche Un milione di case europee sono alimentate a batterie solari

Articolo precedenteProroga CILAS Superbonus: in equilibrio tra si e no, ma è lo sblocco dei crediti a preoccupare
Articolo successivoBarMar diventa H2MED: tra Spagna e Francia scorrerà idrogeno pulito

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui