Solare fotovoltaico 2021, il mondo è pronto a segnare un nuovo record

Gli ostacoli lungo la catena di fornitura e il rialzo dei prezzi non freneranno la crescita del settore che entro la fine dell’anno dovrebbe installare ben 181 GW a livello globale. I dati di IHS Markit

Solare fotovoltaico 2021
Foto di Solarimo da Pixabay

Nuovi dati per il solare fotovoltaico 2021

(Rinnovabili.it) – Il solare fotovoltaico 2021 toccherà l’ennesimo record in termini di capacità annuale installata nel mondo. Dopo i pronostici di BloombergNEF, a confermare la crescita sono ora i numeri di IHS Markit. In rapporto dedicato, la società pronostica per il settore un aumento del 27% su base annua. Pari a 181 GW di nuova capacità installata a livello globale entro il 31 dicembre. A titolo di confronto si tratta di appena 4 GW in meno rispetto le stime di BNEF. 

Il trend in sé non rappresenta una novità. Il solare ha abituato da tempo il mercato energetico a record e primati. Sorprende piuttosto il fatto che il nuovo boom di impianti arrivi in momento molto delicato per il comparto, oggi alle prese con l’aumento dei prezzi dei moduli, i lunghi tempi di consegna e l’incremento delle spese di trasporto. I primi problemi erano iniziati nel 2020 con carenze d’approvvigionamento di vetro solare e polisilicio. La crescente domanda di moduli bifacciali e per pannelli di dimensioni più grandi, ha inevitabilmente stressato un’industria. E già a fine dello scorso anno, la richiesta di vetro solare aveva superato l’offerta, facendo duplicare i prezzi. 

Uno degli ostacoli maggiori che si profila all’orizzonte, riguarda il polisilicio. La Cina è il più grande produttore di questo materiale, al punto da possedere oltre la metà del mercato mondiale. La maggior parte della capacità produttiva cinese si trova nella regione dello Xinjiang ed è strettamente legata ad accuse di sfruttamento e lavoro forzato. Anche per questo, gli Stati Uniti e l’Europa stanno tentando di trovare una strada “Xinjiang-free”. Scelta che potrebbe far crescere ulteriormente i prezzi dei wafer.

Leggi anche Parlamento UE: legge vincolante su responsabilità ambientale e sociale delle imprese

Per gli analisti, tuttavia, ciò non dovrebbe rallentare almeno per ora la crescita del solare fotovoltaico 2021. Nonostante gli alti prezzi, la società prevede che la domanda globale aumenterà fino alla seconda metà del 2021. “I principali produttori di moduli hanno esaurito gli ordini per la prima metà dell’anno”, ha affermato Josefin Berg, Research Manager presso IHS Markit. “Non ci sono ancora indicazioni di debolezza dei prezzi per le spedizioni di luglio, la capacità di produzione rimane sufficiente e non si sono verificati importanti colli di bottiglia per modificare la nostra previsione di 181 GW”.

I pronostici regionali

IHS Markit prevede che la Cina continentale supererà i 60 GW installati nel 2021. Il mercato statunitense installerà invece 27 GW, mentre quello indiano – altamente sensibile ai costi – registrerà un aumento della domanda di moduli a partire dall’agosto 2021. Dato il forte ritardo accumulato nel Paese con i progetti solari 2020, l’India dovrebbe aggiungere quest’anno fino a 12 GW. In Europa, sarà completata un’ampia gamma progetti fv e in alcuni casi i prezzi delle aste aggiudicate sono riusciti a fronte all’aumento dei costi. Tuttavia, a causa di rendimenti inferiori al previsto, non tutti i progetti pianificati saranno portati a termine.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui