Fotovoltaico 2021, fino a 209 GW di nuova capacità solare

Il nuovo rapporto di BloombergNEF prevede che nel 2022 il pianeta possa aggiungere dai 163 a 221 GW di nuova potenza, per puntare ad altri 240 GW l’anno nel 2023. Una crescita che proseguirà nonostante i problemi nella fornitura di vetro solare e polisilicio

Fotovoltaico 2021
Foto di atimedia da Pixabay

Le previsioni sul fotovoltaico 2021 del Q1 Global PV Market Outlook

(Rinnovabili.it) – Splende il sole sul mercato dell’energia pulita, pronto a regalare al settore un’altra ottima annata. Secondo le ultime previsioni di Bloomberg NEF, il fotovoltaico 2021 dovrebbe mettere a segno l’ennesimo record, arrivando ad installare nell’ipotesi più ottimistica fino 209 GW di nuova capacità solare. Ossia ben 68 GW in più del 2020.

Leggi anche Fotovoltaico per aziende, quali soluzioni per l’impresa?

Una corsa alle installazioni dove l’Asia la farà da padrone, sotto l’incessante traino della fame energetica cinese, mentre Europa e Nord America porteranno avanti una sorta di testa a testa. Parte della vistosa crescita del fotovoltaico 2021 è da ricollegare a tutti quei progetti entrati in stand-by con l’inizio della pandemia. Solo in India dovrebbero essere in attesa 9,7 GW di impianti su scala utility, da allacciare alla rete entro la fine dell’anno. L’analisi di BNEF si spinge anche più lontano, prospettando due scenari per l’evoluzione a breve termine del comparto. In quello più ottimistico gli esperti stimano un 221 GW di nuova capacità solare installata nel 2022 e 240 GW nel 2023.

Il settore dovrebbe mostrate quindi tutta la sua solidità, nonostante l’attuale crisi economica globale e i problemi che interessano più da vicino il mercato fotovoltaico. A cominciare dalle carenze d’approvvigionamento di vetro solare e polisilicio. La crescente domanda per i moduli bifacciali e per i pannelli di dimensioni più grandi, sta stressando l’industria. E già a fine  2020 la richiesta di vetro solare aveva superato l’offerta, facendo duplicare i prezzi. Ma per BNEF si tratta di problemi risolvibili grazie anche alle nuove fabbriche che entreranno in funzione quest’anno.

Leggi anche Fotovoltaico: arriva il materiale solare che si autoripara

“Dovrebbe esserci un’offerta adeguata man mano che le nuove produzioni di vetro e polisilicio entreranno in funzione, anche se il polisilicio rappresenterà un collo di bottiglia e i prezzi si stabilizzeranno probabilmente intorno a 12 dollari al kg quest’anno”, ha spiega la società. “La capacità dei moduli è abbondante e ci aspettiamo che i prezzi scendano a circa 0,19 dollari al Watti per quelli standard, basati su wafer da 166 mm, con i moduli di formato più grande che domineranno i mercati senza tariffe commerciali punitive”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui