I tetti solari potrebbero fornire un terzo dell’elettricità delle città

Nel nuovo report della IEA sono dettate le direttive della transizione energetica urbana. Un posto d’onore è riservato ai pannelli solari

4690275879_63543ef06c_o

 

(Rinnovabili.it) – Secondo un celebre rapporto del WWF “basterebbe riservare meno dell’1% del territorio mondiale al fotovoltaico per arrivare a coprire il 100% della domanda energetica globale fino al 2050.” Il territorio in questione è, per ovvie ragioni, individuato quasi sempre in luoghi come il deserto del Sahara, grandi spazi assolati ideali per mantenere basso l’impatto ambientale degli impianti a terra. Ma deve essere per forza questo l’ospite d’elezione per il futuro energetico del mondo? Secondo l’Agenzia Internazionale per l’Energia IEA, no: con una strategia ragionata entro il 2050 le città potrebbero trasformarsi in vere e proprie centrali energetiche pulite. La chiave della nuova visione, prospettata nel recente report sulle tecnologie energetiche, sono i tetti solari. Istallare moduli fotovoltaici sui tetti di tutti i propri edifici da qui al 2050, permetterebbe ai centri urbani di ottenere oltre un terzo del loro consumo in maniera green.

Attualmente, le città si concentrano quasi due terzi del consumo di energia a livello mondiale. L’aumento demografico e il progressivo urbanesimo richiedono già oggi azioni preventive che permettano di evitare il collasso o l’aumento della dipendenza da combustibili fossili. Nel dettaglio spiega la IEA, il potenziale tecnico dei tetti fotovoltaici potrebbe fornire fino al 32% della domanda di energia elettrica urbana e il 17% della domanda elettrica globale entro la data sopracitata, nello

 (scenario in cui l’aumento della temperatura mondiale è contenuto entro i due gradi centigradi). Il potenziale fotovoltaico urbano risulta maggiore nelle piccole città, a causa della loro bassa densità, ma questi centri sono anche quelli meno preparati per realizzarlo.

 

Tra i maggiori sostenitori di questa visione c’è l’India che accanto ad un mega progetto per solarizzare milioni di coperture nel Paese, ha da poco inaugurato il tetto fotovoltaico più grande al mondo. I numeri non hanno rivali: occupa una superficie di 0,33 km quadrati, oltre 33 ettari, e grazie ad una potenza complessiva di ben 11,5 MW, a cui si aggiungono nelle vicinanze altre sette coperture fotovoltaiche per ulteriori 8 MW di capacità complessiva.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui