Dalle Stazioni ai treni solari, la corsa indiana al fotovoltaico continua

Gli impianti solari alimenteranno i sistemi di ventilazione e illuminazione a bordo dei convogli. Due mesi di tempo per testare le performance dei primi sei treni solari

treni solari

 

(Rinnovabili.it) – In principio erano le stazioni e i terreni accanto ai binari. Ora il fotovoltaico indiano si appresta colonizzare anche le coperture dei vagoni ferroviari: 250 treni solari che faranno la loro comparsa, in maniera graduale sulle tratte locali ancora non elettrificate. A darne l’annuncio è la stessa lIndian Railways, l’impresa statale che gestisce la rete di trasporto e che ha fatto dell’energia solare uno dei cardini del suo business plan.

 

L’ambizioso programma di solarizzazione delle ferrovie, lanciato nel 2015, ha facilmente ottenuto il plauso di mezzo mondo. La società si ripropone di istallare, nei prossimi nove anni, cinque gigawatt di fotovoltaico, essenzialmente come strumento per ridurre la propria spesa energetica. Spesa che si fa sentire non poco sui registri della Indian Railways se si considera che l’azienda è responsabile di oltre il 2% dei consumi energetici nazionali (per un totale di 2,6 miliardi di litri di gasolio l’anno).

 

>>Leggi anche: Fotovoltaico: via libera alle ferrovie solari dell’India <<

 

I primi progetti sono già stati avviati. A febbraio 2016 il ministro delle ferrovie, Suresh Prabhu, ha lanciato due gare per appaltare la realizzazione di 50 MW fotovoltaici sui tetti delle stazioni ferroviarie (privilegiando quelle posizionate nelle aree più remote) e 100 MW solari lungo la pipeline. Oggi sono già 300 gli edifici dell’azienda dotati di pannelli, con l’obiettivo di portare il numero a quota 7000.

 

I treni solari sono l’evoluzione fisiologica del programma: 250 convogli su cui integrare moduli di fotovoltaico flessibile e pacchi batteria al litio. L’energia prodotta sarà destinata all’alimentazione delle luci e dei ventilatori interni ai vagoni L’iniziativa contempla una prima fase sperimentale, a cui dovranno sottoporsi i vincitori del bando. Saranno scelti sei treni, istallando sulle coperture impianti da 4,5 kW e monitorando la produzione e le performance per circa due mesi.  Al termine dei test, le società passeranno all’implementazione su larga scala.

 

>>Leggi anche: In India l’energia solare costa meno di quella dal carbone <<

 

Secondo uno studio condotto dal Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite, proseguendo su questa linea le ferrovie indiane potrebbero arrivare a generare fino al 25% del fabbisogno energetico da fonti rinnovabili entro il 2025. Il documento mostra che con un investimento di 3,6 miliardi di dollari, l’Indian Railways può istallare fino a 3,9 GW solari su scala utility e altri 1,1 GW come solar roof.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui