Da Fronius il primo sistema per la produzione di idrogeno aziendale

La società ha installato il suo primo Fronius Solhub presso la sede aziendale del Gruppo SAN a Herzogenburg. Il sistema permette di produrre, stoccare e utilizzare idrogeno fino a 100 kg di idrogeno verde al giorno

produzione di idrogeno aziendale
Credits: Fronius International

Un impianto aziendale per stoccare il fotovoltaico nell’idrogeno

(Rinnovabili.it) – Come ritagliarsi un posto nella nascente economia dell’H2? Per tutte quelle imprese incluse nelle future Valli dell’Idrogeno è solo questione di tempo. Per le altre il mercato sta sviluppando soluzioni hoc. Come quella presentata ieri da Fronius International, produttore austriaco di fotovoltaico. La società ha inaugurato a Herzogenburg, presso la sede del Gruppo d’investimento SAN, il primo sistema per la produzione di idrogeno aziendale. Parliamo di Fronius Solhub, progetto di punta della realtà austriaca in grado di regalare alle imprese un piccolo ecosistema energetico. Come spiega Martin Hackl, direttore globale della Business Unit Solar Energy, lo speciale hub permette di generare (e immagazzinare) direttamente in loco l’idrogeno, utilizzando solo energia solare ed acqua. Il combustibile “viene poi utilizzato per rifornire i veicoli a fuel cell”. E grazie alla riconversione in elettricità tramite pile a combustibile, offre anche una soluzione d’accumulo dell’energia solare per lunghi periodi.

Leggi anche Idrogeno a basse emissioni da rifiuti e biomasse, il progetto GICO

In realtà, i lavori di realizzazione della prima produzione di idrogeno aziendale sono iniziati a maggio 2021. Ma bisognerà attendere il 2022 per poter vedere il Fronius Solhub in funzione. Il sistema sorgerà presso il SAN Biotech Park e sarà gestito con energia rinnovabile al 100%. Un impianto fotovoltaico da 1,5 MW, diffuso sui tetti del parco industriale, alimenterà l’elettrolisi generando fino a 100 kg di idrogeno verde al giorno. Il vettore sarà impiegato sia per alimentare la flotta del Gruppo SAN che per rifornire i partner regionali.

A conti fatti un giorno di “lavoro” dovrebbe fare il pieno a circa 16 automobili a fuel cell. O far percorre ad un camion più di 1500 km. “L’idea alla base del sistema è di immagazzinare e utilizzare l’energia solare 24 ore al giorno. In futuro, un concetto energetico completamente integrato con l’utilizzo del calore residuo e la riconversione dell’idrogeno in eccesso rifornirà l’intero sito del gruppo SAN”, afferma con entusiasmo Martin Blauensteiner, amministratore delegato di SAN Real.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui