Nasce Ready4H2, l’iniziativa per l’idrogeno dei DSO europei

Le società di distribuzione del gas di 13 Paesi europei metteranno assieme esperienze e know-how per promuovere l’accesso dei consumatori all’idrogeno

Ready4H2
Via depositphotos.com

Anche l’italiana Italgas nella nuova iniziativa Ready4H2

 (Rinnovabili.it) – Raccogliere tutte le esperienze degli operatori dei sistemi di distribuzione gas (DSO) sul fronte dell‘idrogeno, valutando il loro ruolo nello sviluppo della filiera. Questo in pochissime parole l’obiettivo di Ready4H2 (letteralmente “Pronti per l’idrogeno”), iniziativa lanciata oggi da 66 aziende e organizzazioni europee di 13 Paesi europei. Italia compresa grazie a Italgas.

“L’idrogeno è la chiave per la transizione energetica europea e le società di distribuzione del gas in tutta Europa sono parte naturale del suo rapido sviluppo”, si legge sul sito dell’iniziativa. “Per decenni i distributori di gas europei hanno dimostrato la capacità di fornire una distribuzione dei gasdotti conveniente e sicura e hanno acquisito una vasta conoscenza ed esperienza che può contribuire alla trasformazione dell’infrastruttura energetica europea”.

Leggi anche HyAccelerator, il primo acceleratore per le startup dell’idrogeno

Ready4H2 mira a combinare le competenze e le esperienze dei DSO per capire come come le reti di distribuzione possano aiutare a realizzare l’enorme potenziale di crescita del vettore, soprattutto in termini infrstrutturali.

L’iniziativa durerà fino a febbraio 2022 e prevede tre risultati concreti: raccogliere le singole esperienze dei soggetti coinvolti; esaminare i futuri contributi delle società di distribuzione, valutando anche il ruolo che ciascun DSO ricopre all’interno del proprio Paese e il suo contributo alla pianificazione strategica sul territorio; fornire una tabella di marcia con iniziative concrete per creare un collegamento tra produttori e consumatori di idrogeno. “I DSO e le reti di distribuzione del gas naturale – ha dichiarato Paolo Gallo, amministratore delegato di Italgas – rappresentano il fattore chiave per sbloccare il potenziale dell’idrogeno in Europa. Grazie alla capillarità delle reti sul continente, i DSO possono concorre alla realizzazione di un sistema infrastrutturale integrato dell’idrogeno”.

Leggi anche Se la batteria di flusso inizia a produrre idrogeno pulito

“L’infrastruttura di distribuzione – continua Gallo – è particolarmente efficace nel collegare tra loro la produzione e il consumo decentralizzati attraverso efficaci sistemi di immissione in rete. Vogliamo condividere il nostro know how e le nostre best practice per favorire la formazione di un chiaro percorso di sviluppo finalizzato alla distribuzione dei gas rinnovabili e low-carbon. Grazie a questo impegno corale i decisori UE avranno a disposizione tutte le informazioni e gli strumenti utili alla definizione di un quadro normativo completo, a vantaggio dei cittadini e del percorso di transizione verso la neutralità climatica”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui