Rinnovabili e mobilità sostenibile, si studiano soluzioni smart

E.On, ABB e Ericsson collaboreranno sul terreno comune dell’eco-innovazione per accelerare la diffusione di soluzioni intelligenti per fotovoltaico, trasporti, edilizia e data center

Rinnovabili e mobilità sostenibile, si studiano soluzioni smart

 

(Rinnovabili.it) – Mettere insieme  le rispettive competenze per accelerare la messa a punto di soluzioni smart dedicate ai settori dell’efficienza energetica, delle fonti rinnovabili e della mobilità sostenibile. Questo l’obbiettivo comune che ha portato tre grandi nomi, come Ericsonn, E.On e ABB, ha stipulare un nuovo accordo di collaborazione. Il gruppo ha firmato la nuova intesa in questi giorni in Svezia con il dichiarato obiettivo di voler creare una gamma di “prodotti e servizi innovativi”, volti a ridurre i costi per un certo numero di settori tecnologici, primo fra tutti quello del fotovoltaico, a benefico delle aziende in primis, ma anche dei rispettivi clienti.

 

Nel dettaglio, i tre partner  si adopereranno per accelerare i progressi tecnologici in quattro segmenti di mercato: immobili commerciali, trasporti, fotovoltaico e data center. I nuovi prodotti e servizi derivanti dall’accordo di collaborazione saranno commercializzate attraverso la Brunnshög Energi, una nuova società controllata dalla E.ON. Per ogni campo,le tre aziende avranno compiti precisi: per gli immobili commerciali, gli impianti domotici di ABB monitoreranno i consumi energetici, fornendo i dati a “piattaforme di servizi in cloud” di Ericsson che metterà quindi i dati a disposizione di E.On. L’utility sarà poi in grado di fornire al cliente – il proprietario dell’edificio o colui che vi lavora all’interno – informazioni, applicazioni e servizi ad hoc per gestire al meglio consumi e risparmi.

 

Allo stesso modo, nella mobilità e nelle energie rinnovabili, le tre società uniranno le loro punti di forza per raccogliere i dati, analizzarli e creare soluzioni commerciali scalabili atte a ridurre i costi finali. La transizione a “soluzioni energetiche sostenibili e orientate al cliente” richiederà sforzi di collaborazione tra più soggetti interessati, compresi i collegamenti con il mondo accademico, spiega il direttore Innovazione aziendale di E.On, Fredrik Rosenqvist. “ABB e Ericsson sono due soci forti e insieme abbiamo l’opportunità di sviluppare nuove idee e prodotti che sono pienamente in linea con il rapido sviluppo nel resto del mondo”.

Articolo precedenteUn milione di euro per la riqualificazione energetica degli ERP liguri
Articolo successivoUn giardino pensile da piantare ci ricorda l’importanza delle riserve d’acqua

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui